Quantcast

Giovani morti nel Trebbia, la comunità si stringe nel dolore “Senza parole”

La tragedia dei quattro giovani morti dopo essere caduti con l’auto nel Trebbia stringe la comunità piacentina nel cordoglio. Diversi sindaci ed amministrazioni del territorio, in particolare quelle dove vivevano i quattro, sono intervenuti in queste ore sui social per esprimere la propria vicinanza alle famiglie e agli amici dei ragazzi deceduti: Costantino Merli, 22 anni, lodigiano di Guardamiglio, Elisa Bricchi (20 anni) di Calendasco, William Pagani (23 anni) di Castelsangiovanni e Domenico Di Canio (22 anni) di Borgonovo.

“Non esistono le parole giuste per esprimere lo sgomento e il profondo dolore che proviamo di fronte all’immane tragedia di 4 giovani vite spezzate per sempre da un tragico incidente – afferma il primo cittadino e presidente della provincia di Piacenza Patrizia Barbieri -. Di fronte al vuoto che lasciano in tutti noi, ci stringiamo in un forte ideale abbraccio ai loro cari e alle loro famiglie. Perché mai come in queste circostanze il dolore di una mamma, di un papà è il dolore di un’intera comunità”.

“L’Amministrazione comunale e la comunità tutta di Carpaneto si stringono all’Ispettore Capo Giovanni Bricchi, da tanti anni in servizio alla Polizia Locale dell’Unione Valnure Valchero, per la tragedia che impietosamente lo ha colpito – scrive il sindaco di Carpaneto Andrea Arfani -. Ogni parola non farebbe che suonare trita. Mi sia concesso solo un commosso, sincero, silenzioso pensiero per Elisa, il suo papà, la sua mamma, i ragazzi strappati ai loro vent’anni”.

“Siamo davvero sconvolti nell’essere venuti a conoscenza della tragedia che oggi ha colpito quattro famiglie – si legge sul profilo facebook del Comune di Borgonovo Val Tidone -. L’amministrazione Comunale non può fare altro che raccogliersi attorno al loro dolore per la perdita dei quattro ragazzi del nostro territorio e abbraccia fortemente tutti i loro cari”.

“La notizia della tragica scomparsa dei quattro ragazzi, uno dei quali è nostro concittadino, ci colpisce nel profondo e ci lascia sgomenti e senza parole al pensiero delle loro famiglie che hanno atteso con ansia ma inutilmente il ritorno dei loro figli da una serata di festa – il commento del Comune di Castel San Giovanni -. Destino beffardo e crudele che in un sol colpo ha stroncato quattro giovani vite che rappresentavano con la loro gioia di vivere nonostante i tempi bui la speranza di un futuro migliore. Alle loro famiglie un abbraccio commosso e una preghiera per i loro cari”.

Già nella mattinata di ieri, 11 gennaio, poco dopo la tragica scoperta, il sindaco di Calendasco Filippo Zangrandi si era recato sul luogo dell’incidente ed aveva portato  il cordoglio dell’amministrazione ai genitori di Elisa Bricchi, residente nel Comune. “Abbiamo notato – spiegava – un transito di mezzi di soccorso e di forze dell’ordine in direzione del Trebbia, e così ho appreso della tragedia. Sono venuto a portare tutto il cordoglio di Calendasco alla famiglia di Elisa, che conoscevo, come comunità ci stringiamo intorno al loro dolore. Per questo proclameremo il lutto cittadino il giorno dei funerali”.

Si uniscono al cordoglio anche i parlamentari della Lega Elena Murelli e Pietro Pisani. “Una tragedia che ci lascia sgomenti – hanno detto -. Le nostre più sentite condoglianze a tutte le famiglie per un dolore che non riusciamo nemmeno a immaginare . Che riposino in pace e il Signore guidi le loro famiglie a superare questo momento”.

PREGHIERE E ROSARI PER I 4 GIOVANI – Nella giornata odierna, 12 gennaio, sono in programma diversi momenti di raccoglimento per i quattro giovani scomparsi nell’incidente sul Trebbia. Per stasera, ore 20:30, è stato organizzato un rosario nella chiesa di Calendasco; inoltre, alla stessa ora, presso la Collegiata S. Maria Assunta di Borgonovo e alla Collegiata di Castel San Giovanni, si terrà una veglia di preghiera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.