Quantcast

Green pass obbligatorio anche da parrucchieri ed estetisti: nuove regole dal 20 gennaio

Più informazioni su

Scatta da giovedì 20 gennaio l’obbligo di avere almeno il green pass “base” (che si può ottenere anche con tampone negativo) per accedere agli esercizi che offrono servizi alla persona (come parrucchieri, barbieri e centri estetici), oltre che per effettuare colloqui in presenza con i detenuti all’interno degli istituti penitenziari; l’obbligo della certificazione verde sarà poi esteso, dal primo febbraio, anche per l’accesso a pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali. Non serviranno pass invece per accedere ai negozi che vendono generi alimentari, nelle farmacie e nei servizi essenziali e primari.

Un nuovo passaggio, dunque, dopo l’entrata in vigore delle misure contenute nel decreto legge del 30 dicembre che hanno ampliato l’uso del cosiddetto Green Pass rafforzato, che si può ottenere con il completamento del ciclo vaccinale e la guarigione dal Covid: dallo scorso 10 gennaio tale certificazione è necessaria per accedere ad alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere; centri congressi; servizi di ristorazione all’aperto; impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici; piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto; centro culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto. Inoltre il Green Pass rafforzato è obbligatorio per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale.

LA TABELLA DELLE ATTIVITA’ CONSENTITE

Ricordiamo che al momento il Green Pass vaccinale ha una durata di 9 mesi, che scenderà a 6 dall’1 febbraio. Dal 15 febbraio la vaccinazione diventerà invece obbligatoria per tutti coloro che hanno compiuto i 50 anni; per i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età sarà necessario il Green Pass Rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.