Quantcast

Il derby è dell’Assigeco, battuta Bakery 89 a 71 foto

Più informazioni su

ASSIGECO – BAKERY BASKET 89-71 – Dopo oltre un mese di stop obbligato, per il Covid e le modifiche di calendario di Fip e Lnp, al PalaBanca è andato in scena il “derby” tra Assigeco e Bakery Piacenza. Hanno prevalso i padroni di casa per 89-71.

Ci sono dosi massicce di entusiasmo e passione nel copione vincente dell’Assigeco tornata a riassaporare il gusto dell’agonismo dopo oltre un mese di stop per conquistare un difficile successo nel “derby” con la Bakery allungando alla quinta giornata la striscia vincente.
Una vittoria generata dalla capacità dei biancorossoblu di domare le incognite della ripartenza con una prova di compattezza e unità di gruppo: fattori utili a risolvere anche le criticità dell’emergenza con Guariglia out all’ultimo minuto spalmando l’apporto dei protagonisti in linea con le condizioni fisiche di ciascuno.
E’ decisamente felice l’esordio come “head coach” di Gabriele Grazzini in A2, lucido e geniale alla guida dell’Assigeco al posto di Stefano Salieri costretto a casa da un’indisposizione.
Ma è incerottata anche la Bakery senza i play Perin e Bonacini e con le rotazioni limitate dal Covid ma con cuore e orgoglio in abbinata a una miscela esplosiva di soluzioni difensive alternate dalla pressione tuttocampo alla zona: la squadra di coach Federico Campanella riesce a tenere in bilico la contesa per tre quarti crollando solo nello spicchio finale di serata sotto l’intensità dei biancorossoblu.
Dall’8-14 del 6’ del primo periodo (massimo vantaggio Bakery) al 39-38 dell’8’ del secondo quarto (replica Assigeco) si sviluppa il terzo pezzo del copione vissuto sul filo dell’equilibrio: 61 pari alla terza sirena.
I biancorossoblu sono trascinati dalla verve di Sabatini e supportati dal muro difensivo eretto da Galmarini e Seck, partito in quintetto, con la leadership di DeVoe, micidiale nei momenti giusti.
Le rotazioni Assigeco funzionano alla grande grazie allo spirito competitivo di Carr e Querci, pure loro parte dell’inedito “starting five”, incollati dall’esperta presenza di Pascolo.
La Bakery è nelle calde mani di Raivio e nei muscoli di Morse ma trova giocate importanti da Lucarelli, Chinellato e Sacchettini, abili ad alternarsi a finalizzare gli schemi nella parte centrale della contesa.
La prova gira bene fino all’inizio del quarto periodo (28-10 il parziale) marchiato a fuoco dall’incremento di impeto difensivo dell’Assigeco e dai fuochi d’artificio accesi da Cesana: 11 punti in fila del capitano biancorossoblu, al rientro dopo sei settimane, fanno saltare i desideri difensivi della Bakery ed esaltano il break (14-1) dei primi 5’ che indirizza con decisione l’inerzia verso l’Assigeco.
La Bakery prova la zona, bucata dalla tripla di Querci con l’euforia biancorossoblu che sovrasta l’energia ormai in riserva degli avversari.
DeVoe, Seck e Carr incorniciano poi con le ultime giocate da urlo la vittoria dell’Assigeco capace di firmare il massimo vantaggio sulla sirena finale.

UCC ASSIGECO PIACENZA: Sabatini 5 (2/4, 0/3), Querci 9 (0/2, 3/6), DeVoe 18 (5/9, 2/7), Carr 10 (3/6, 0/2), Seck 13 (5/5 da due); Cesana 22 (5/9, 3/5), Pascolo 8 (3/5 da due), Galmarini 4 (2/2, 0/1), Gajic (0/1 da tre), Deri

Gabriele Grazzini (assistente: Fabio Farina)

BAKERY PIACENZA: Raivio 27 (9/18, 1/4), Lucarelli 9 (3/8, 1/3), Chinellato 8 (4/7, 0/1), Donzelli 7 (2/3, 1/4), Morse 12 (4/8, 0/1); Sacchettini 8 (2/3, 0/2), Carone. Ne: Perin, Ringressi, Balestra

All: Federico Campanella (assistente: Matteo Brambilla)

ARBITRI: Jacopo Pazzaglia di Pesaro, Michele Centonza di Grottammare, Luca Bartolini di Fano

NOTE: Tiri liberi: Assigeco 15 su 21, Bakery 14 su 17
Tiri da tre: Assigeco 8 su 25, Bakery 3 su 15
Rimbalzi: Assigeco 31 (Galmarini 7), Bakery 41 (Donzelli 14)
Assist: Assigeco 24 (Sabatini 13), Bakery 16 (Raivio 7)
Cinque falli: nessuno

Ufficio Comunicazione e Stampa – UCC ASSIGECO PIACENZA

Bakery derby

I biancorossi si presentano in campo rinvigoriti dai prestigiosi successi con Cantù e CasalMonferrato ma, a causa di tre assenze dovute a positività nel gruppo squadra, e al brutto infortunio di capitan Perin saranno costretti agli straordinari per strappare la vittoria al PalaBanca. I padroni di casa invece arrivano da una serie di 4 vittorie consecutive e, dopo aver recuperato quasi tutte le defezioni nella pausa natalizia, vorranno sicuramente confermare il trend positivo.

Prende il via il derby che inaugura il 2022: l’assistente allenatore Grazzini, che sostituisce l’head coach Salieri, si affida a Seck, Devoe, Sabatini, Carr e Querci, mentre coach Campanella, con scelte quasi obbligate, schiera Raivio, nell’inedito ruolo di play, Lucarelli, Donzelli, Chinellato e Morse. Canestro inaugurale della partita per Carr, al quale risponde con un delicato appoggio al ferro Morse: 2-2; due liberi guadagnati e realizzati per Seck e secondo canestro per Anthony Morse, si rimane in parità dopo 3 minuti di gioco. Spezza l’equilibrio una tripla in transizione di Raivio che, unitamente ad una palla persa dei padroni di casa, infiamma i numerosi tifosi giunti a sostenere la Bakery. Le due compagini sono entrate ufficialmente in ritmo: da una parte Devoe realizza due schiacciate in transizione consecutive mentre Raivio, Donzelli e Chinellato portano 7 punti alla causa biancorossa, inchiodando il punteggio sull’8-14 trascorsi 6 minuti e 30 secondi. Campanella chiama difesa a zona ma Pascolo è abile a smarcarsi in post alto e a trovare libero Galvarini che realizza i primi due punti della sua partita. Primo sorpasso per l’Assigeco ad opera di Dada Pascolo che trova la via del canestro, così come il suo compagno Sabatini, che permette ad Assigeco di portarsi sul 19-16. A chiudere il primo quarto è un tiro in avvitamento di Lucarelli grazie al quale la Bakery chiude ad una sola lunghezza di distanza.

Parte forte l’Assigeco che trova spazio in area, dove Seck appoggia agilmente al tabellone. Avvio senza un secondo di pausa: Sacchettini realizza dalla media, Devoe in contropiede e ancora Raivio con il classico jumper regalano spettacolo al pubblico presente al PalaBanca: 25-24 e adrenalina pura in questo secondo quarto. Coach Campanella è costretto a chiamare timeout dopo un mini break Assigeco conclusosi con una tripla del capitano Luca Cesana; i 5 punti di vantaggio dei padroni di casa non sono tanti, ma avendo solamente 6 giocatori a disposizione, più gli under, è bene sfruttare anche questi momenti per dare respiro ai biancorossi. Il divario si porta a 9 punti, grazie ai canestri di Cesana e Carr; è Donzelli in allontanamento a ritrovare la via del canestro per la Bakery. Uno straripante Raivio, già 18 punti per lui, buca ripetutamente la difesa avversaria e permette ai biancorossi di chiudere in svantaggio di sole 6 lunghezze, 43-37.

Primi punti della ripresa ad opera di Riccardo Chinellato che conferma quanto di buono visto nei 20 minuti precedenti; due punti per parte grazie a Lucarelli e Seck ma è uno straripante Raivio a punire ancora con due jumper dalla media, riportando i suoi sul 45 pari dopo un’eternità. Penetrazione vincente per un ottimo Devoe al quale replica ancora Lucarello, cancellando un opaca prima parte di match. La partita è di quelle che fanno emozionare i tifosi accorsi al palazzetto, facendo presagire emozioni da derby fino all’ultimo parziale. Tifosi Bakery in totale delirio: Raivio indemoniato e Lucarelli vero uomo in più in questo terzo parziale permettono ai biancorossi di portarsi in vantaggio sul 51-54 quando mancano 4 minuti esatti al termine del penultimo quarto. Morse è bravo a subire fallo e trasformare entrambi i tiri dalla lunetta, portando a 5 i punti di vantaggio. E’ Gabe Devoe a guidare l’attacco di casa, con l’ennesima penetrazione vincente della sua partita, ma la Bakery trova 5 preziosissimi punti dalla lunetta con Sacchettini e Morse; è ancora Devoe a prendersi la scena, realizzando la tripla che chiude il terzo quarto e impatta il punteggio sul 61 pari.

Apre le danze del parziale decisivo Luca Cesana, che realizza un bell’arresto e tiro dalla media e subito dopo punisce i biancorossi con una tripla che che gli permette di agguantare il suo quindicesimo punto personale; è ancora il capitano dell’assigeco a trovare il canestro da oltre l’arco, portando in vantaggio i suoi sul punteggio di 71-62 trascorsi 3 minuti di gioco. Altri 2 punti per Cesana, questa volta dalla lunetta, che porta il vantaggio in doppia cifra a favore dei padroni di casa. Donzelli è abile a catturare un rimbalzo in mischia e a realizzare da sotto il canestro; alla metà esatta del quarto la Bakery si trova sotto 75-64 e la fatica inizia a farsi sentire. La terza tripla di Lorenzo Querci è di quelle pesanti, il divario ora è di 14 lunghezze e Campanella è costretto ad interrompere il gioco per schiarire le idee ai biancorossi.

Minuto di sospensione positivo per la Bakery che smuove il punteggio con Raivio e Chinellato ed è poi brava a stringere le maglie in difesa costringendo l’Assigeco alla palla persa. Gli ultimi due minuti di gioco sono a stampo Assigeco, che trova energie e canestri da tutti gli effettivi, e vince il derby con il punteggio di 89-71. (nota stampa Bakery basket)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.