Quantcast

Il Piacenza Rugby guarda al futuro con la riqualificazione del Centro “Mazzoni” foto

Il Piacenza Rugby Club comunica l’avvenuto rinnovo della concessione dell’area comunale di via Dell’Agricoltura a Le Mose (Piacenza): la società gestirà per i prossimi vent’anni il Centro Sportivo “Carlo Mazzoni”.

“Un totale di circa 60mila metri quadrati dedicati allo sport ed al benessere di tutti i tesserati e dell’intera cittadinanza – afferma il club -. Vogliamo ricordare che alla struttura è stata recentemente annessa l’area adiacente, già bonificata e piantumata grazie a 250 piante e arbusti donati dalla Regione Emilia Romagna nell’ambito del progetto green “Mettiamo radici per il futuro” e a 46 alberi da frutto offerti dalla società e messi a dimora lo scorso giugno dai bambini del Minirugby”.

“Un obiettivo che fino a qualche anno fa appariva impensabile – sottolinea il presidente Daniele Boccuni -, frutto della costante collaborazione e sinergia tra il Comune di Piacenza, proprietario dell’area, e il Piacenza Rugby Club, di un impegno reciproco a promuovere non solo l’attività sportiva ma anche numerose altre iniziative a favore della città. Un risultato che arriva nell’anno in cui la nostra società festeggia il 75° anniversario dalla fondazione e vuole essere allo stesso tempo un punto di partenza per il club, che può così dare il via al progetto di ampliamento e potenziamento previsto per l’intera struttura”.

Oltre alla cura della manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto, la società si farà carico di un importante intervento di riqualificazione in collaborazione con Wolverines Football Americano Piacenza, club guidato dal presidente Stefano Queirazza che già da due anni pratica la propria attività presso la sede del Piacenza Rugby e con cui, in funzione del rinnovo della concessione, verrà a breve formalizzato un nuovo accordo per la condivisione dell’area. Il progetto prevede, nel breve periodo, la realizzazione di nuovi campi di allenamento, l’ampliamento delle strutture a supporto del Piace Camp, il completamento del Percorso Vita e del circuito perimetrale, la sistemazione degli spazi esterni. Più a lungo termine è invece prevista la realizzazione di un campo da rugby/football omologato per la massima divisione. Un capitolo speciale è poi dedicato alla costruzione dei nuovi spogliatoi ed alla ristrutturazione degli esistenti.

“Una serie di iniziative necessarie e promosse – sottolinea il Piacenza Rugby – al fine di favorire nuove collaborazioni e mettere a disposizione di tutte le società sportive che vorranno avvicinarsi al nostro club spazi e strumenti adeguati. Uno tra i primi obiettivi è quello di strutturarci per permettere lo svolgimento del torneo di minirugby McDonald’s, che nelle precedenti edizioni si è tenuto al Beltrametti e prevede la presenza di circa 700 bambini presso la nostra sede. Non meno importante, per impatto e impegno economico, è poi il progetto supportato dal Comune di Piacenza per l’interramento delle linee elettriche che attualmente attraversano i campi da gioco”.

“Sono contento per il Piacenza Rugby, molto soddisfatto per lo sviluppo e la valorizzazione di questa area – il commento dell’assessore allo sport del Comune di Piacenza Stefano Cavalli, che ha ricevuto dal club un particolare ringraziamento “per l’impegno e la sensibilità che regolarmente dimostra rispetto ai nostri progetti” -. E’ stato definito un accordo che punta a far crescere lo sport a Piacenza e allo stesso tempo pone le condizioni perché l’impianto diventi un punto di riferimento per la cittadinanza, sviluppando progetti sportivi, di socialità e coesione rivolti a tutti, bambini e adulti”.

Il presidente Boccuni chiude ringraziando l’Ufficio Sport del Comune, tutti gli sponsor, l’architetto Giuseppe Baracchi “per il regolare supporto nella produzione di tutta la documentazione tecnica”, il Dott. Maiocchi “che ha seguito gli aspetti amministrativi e finanziari”, Francesca Leni “per il supporto operativo” e all’intero Consiglio del Piacenza Rugby ed in particolare al Vice Presidente Edmondo Roda “che anche in questa occasione si è fatto carico di gran parte degli adempimenti necessari”. “Questo è solo il punto di partenza – conclude – e, come succede sul campo prima di ogni grande partita, le linee guida sono state tracciate, ora non ci resta che augurare a tutti buon lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.