Quantcast

Traffico, detenzione e coltivazione di droga: cinque agli arresti. L’operazione dei carabinieri

Traffico, coltivazione e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope, furto di energia elettrica e rapina. Sono queste le accuse mosse dalla Procura della Repubblica di Piacenza nei confronti di otto persone, a vario titolo e in concorso tra loro.

Nelle prime del mattino di oggi (25 gennaio) i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Piacenza hanno dato esecuzione a Piacenza e in provincia a cinque ordinanze di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari e a tre obblighi di presentazione, emesse dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale. L’operazione è stata denominata “Iberia Express” in quanto costituisce la prosecuzione di quella eseguita nell’aprile 2021, nella quale la maggior parte degli spacciatori era transitata o aveva risieduto in Spagna prima di stabilirsi a Piacenza.

L’indagine, avviata nel mese di giugno 2020 a seguito di alcuni episodi di cessione di stupefacente riscontrati durante il primo lockdown, è stata condotta dalla Sezione Operativa del Comando Compagnia Carabinieri di Piacenza ed ha consentito di individuare un gruppo di spacciatori italiani e stranieri che si rifornivano di considerevoli quantità di stupefacente da soggetti provenienti dall’hinterland milanese e genovese, questi ultimi già destinatari di provvedimenti giudiziari il 12 aprile 2021 nell’ambito della medesima inchiesta, per poi cederlo ad assuntori, anche minorenni, di Piacenza e provincia. Nel corso delle indagini – viene spiegato – è anche emerso che gli indagati avevano pianificato di rapinare uno spacciatore per sottrargli lo stupefacente, piano poi non portato a compimento. Nel corso delle investigazioni è stato eseguito anche un arresto in flagranza di reato con il sequestro di una piantagione di marijuana (125 piante) e diverse dosi di “cocaina” e “marijuana” nell’ambito del quale è stato accertato il furto di energia elettrica, pari a 84mila euro per alimentare la coltivazione di “maria”.

Sono stati documentati dall’inchiesta oltre 30 episodi di spaccio, con il sequestro di 3 grammi di cocaina e 2 grammi di marijuana. Durante l’esecuzione dei provvedimenti, uno degli indagati è stato trovato in possesso di 32 grammi di hashish e per questo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Un’altro invece non era presente nella sua abitazione, ma dopo essere stato ricercato, i militari della Sezione Operativa della Compagnia lo hanno rintracciato e fermato a Torino. Dopo le formalità di rito è stato riportato nel domicilio agli arresti domiciliari. Le attività della polizia giudiziaria e della Procura della Repubblica evidenziano il particolare interesse ed impegno nell’affrontare un fenomeno (quello dello spaccio di sostanze stupefacenti) che desta particolare allarme sociale nell’ambito della Provincia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.