Quantcast

Tragedia in Trebbia, auto cade nel fiume: morti quattro giovani

Tragedia nella mattinata dell’11 gennaio nelle acque del Trebbia, in un punto del corso del fiume nei pressi delle località di Malpaga e Puglia di Calendasco: una vettura è stata ritrovata semisommersa e ribaltata all’altezza di un’ansa, appoggiata col tettuccio superiore sul fondo. Il bilancio è pesantissimo: quattro le persone estratte dall’abitacolo e tratte a riva senza vita, una ragazza di 20 anni, e tre ragazzi di 21, 22 e 23 anni. Si tratta di un lodigiano di Guardamiglio, Costantino Merli (22) e di tre piacentini, Elisa Bricchi (20) di Calendasco, William Pagani (23) di Castelsangiovanni e Domenico Di Canio (22) di Borgonovo.

incidente Malpaga Trebbia

Sul posto i vigili del fuoco di Piacenza e i soccorsi del 118 con la Croce Rossa e l’auto medica. Sono stati i pompieri, con l’ausilio di un mezzo del soccorso acquatico, a recuperare i corpi delle vittime. L’auto, una Volkswagen Golf, potrebbe essere uscita dalla strada dell’argine per percorrere il campo (come indicano le tracce delle ruote) e finire dentro le acque del Trebbia, dove poi si è capovolta. A dare l’allarme un passante che nella mattinata ha notato l’auto affiorare nel Trebbia. Con ogni probabilità l’incidente è avvenuto nella tarda serata di lunedì o nella nottata, i genitori di almeno una delle vittime avevano infatti avvisato i carabinieri per il mancato ritorno a casa.

Il gruppo di amici ha partecipato a una festa di compleanno in serata in un locale di Piacenza e successivamente non ha dato più notizie. Un familiare avrebbe chiamato sul cellulare uno dei giovani intorno alle 2 e 30 senza avere risposta. Sull’argine del Trebbia nella serata e durante la notte gravava una fitta coltre di nebbia: è possibile che la mancanza di visibilità abbia favorito il tragico incidente con la caduta nelle acque del fiume.

mappa auto in Trebbia Malpaga

Il punto dove è stata trovata la vettura in Trebbia a circa 500 metri dalla strada dell’argine

Sul posto sono giunti alcuni familiari dei giovani, mentre sulla dinamica dell’accaduto sono in corso gli accertamenti dei magistrati: il procuratore Grazia Pradella e il sostituto Ornella Chicca sono stati sul luogo dell’incidente. Presenti anche il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri Paolo Abrate, il questore Filippo Guglielmino e il comandante della polizia locale Paolo Costa. I corpi dei giovani verranno sottoposti ad autopsia.

E’ giunto anche il sindaco di Calendasco Filippo Zangrandi che ha portato il cordoglio dell’amministrazione ai genitori di una delle vittime, la ragazza di 20 anni, residente nel suo comune. “Abbiamo notato da questa mattina – spiega il sindaco Zangrandi – un transito di mezzi di soccorso e di forze dell’ordine in direzione del Trebbia, e così ho appreso della tragedia. Sono venuto a portare tutto il cordoglio di Calendasco alla famiglia di Elisa, che conoscevo, come comunità ci stringiamo intorno al loro dolore. Per questo proclameremo il lutto cittadino il giorno dei funerali”.

malpaga auto nel Trebbia argine

Anche da Lucia Fontana, sindaco dei Castelsangiovanni, parole di vicinanza alla famiglia di William Pagani, 23enne deceduto nel tragico incidente: “Tutta la comunità di Castelsangiovanni e i suoi amministratori si stringono ai famigliari del nostro giovane concittadino e partecipano commossi e in creduli al loro immenso dolore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.