Quantcast

Ultimi giorni per visitare la mostra “La Piacenza che era”. Domenica evento conclusivo

Più informazioni su

Ultimi due giorni – sabato 22 e domenica 23 gennaio, dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19 – per visitare al PalabancaEventi (Palazzo Galli) la mostra “La Piacenza che era” offerta, come da tradizione, dalla Banca di Piacenza alla comunità in occasione delle festività natalizie e prorogata di una settimana per venire incontro alle tante richieste di allungamento pervenute.

Fitto il programma di appuntamenti collaterali alla mostra: sabato pomeriggio, alle 15.30, terza visita guidata a itinerario esterno, a cura di Valeria Poli, alla ricerca – nella città contemporanea – delle tracce della città antica. Sempre sabato, alle 18, visita al PalabancaEventi e alla mostra con Carlo Ponzini, che proporrà spunti di riflessione su come nasce il logo e l’allestimento di una mostra di pittura (durante l’incontro si visiterà anche la mostra permanente dedicata alla “Collezione Ghittoni”). Domenica – oltre alle consuete visite guidate alle 11 e alle 16 – evento conclusivo, alle 18 in Sala Panini, con la tavola rotonda sul tema “Le mutazioni edilizie avvenute nel tempo in rapporto al patrimonio storico e culturale della nostra città”. Relatori, Domenico Ferrari Cesena, Carlo Emanuele Manfredi, Valeria Poli, Carlo Ponzini, Corrado Sforza Fogliani; agli interventi programmati seguirà un dibattito al quale potranno partecipare coloro che si saranno prenotati utilizzando il modulo predisposto per l’occasione. La partecipazione alle manifestazioni collaterali è libera (precedenza ai Soci e ai Clienti della Banca) ma è necessario prenotarsi (relaz.esterne@bancadipiacenza.it / 0523-542137).

L’ingresso alla mostra – evento che non beneficia di contributi pubblici o parapubblici – è libero per Soci e Clienti della Banca. Per i non clienti ingresso con biglietto nominativo scaricabile esclusivamente dal sito www.bancadipiacenza.it. La spaziosità della struttura consente l’osservanza della normativa sul distanziamento e di ogni altra disposizione sanitaria. Per l’ingresso, sulla base delle vigenti norme inerenti le mostre, è necessario esibire il Green Pass, indossare la mascherina e tenere poi il distanziamento interpersonale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.