Quantcast

Un anno di attività della polizia locale: più interventi e incidenti. 123 multe per violazione norme covid

“Stiamo lavorando con l’amministrazione comunale su molti fronti; da poco siamo partiti con una riorganizzazione funzionale di tutti gli uffici, punteremo molto sull’informatizzazione e sul creare front office telematici che possano permettere all’utenza di accedere a tutti i servizi della polizia locale”.

Lo ha detto il comandante del Corpo di Piacenza, Mirko Mussi, in occasione della ricorrenza di San Sebastiano, patrono della Polizia Locale, celebrata con una funzione religiosa in Cattedrale officiata dal vescovo Adriano Cevolotto e seguita dalla benedizione dei nuovi mezzi in dotazione non solo al Comando di via Rogerio, ma anche all’Unione Bassa Val Trebbia e Val Luretta, alla Protezione Civile di Piacenza e dell’Unione Val Nure e Val Chero.

Alla celebrazione era assente l’assessore comunale alla sicurezza Luca Zandonella perchè risultato positivo al covid.

“Pur essendo arrivato solo da tre mesi – ha evidenziato Mussi – ho immediatamente trovato una innata intesa, direi di più, una profonda comunione di intenti, con molti colleghl che fin dall’inizio hanno profuso ogni sforzo possibile per sostenermi nella non più procrastinabile riorganizzazione funzionale del comando e delle sue attività. Sono a tutti ben note le problematiche “endemiche” del comando: carenza strutturale di personale – mancano circa 40 unità, quasi un terzo dell’organico previsto – e mancanza di una struttura funzionale ed adeguata per unificare le 7 sedi nelle quali sono disperse le sezioni ed i nuclei operativi. Su entrambi i fronti si sta lavorando alacremente con l’Amministrazione, cercando di perseguire quanto possibile”.

“Devo sicuramente ringraziare la Prefettura e le altre Forze dell’ordine con le quali ho trovato sintonia e desiderio di perseguire bene comune con azioni coordinate e sinergiche. Tale desiderio di fattiva collaborazione viene oggi comprovato anche dai colleghi delle Unioni presenti, Val Nure e Val Chero, Bassa Val Trebbia e Val Luretta, con i quali sono stari avviati confronti diretti a reciproche collaborazioni, specialmente nell’implementazione di una rete comprensoriale di videosorveglianza e nella pianificazione di una maggiore cooperazione di Protezione Civile”.

VIDEO – L’INTERVISTA AL COMANDANTE MUSSI

IL BILANCIO 2021 – Come da tradizione, in occasione della ricorrenza sono stati comunicati i numeri rappresentativi dell’attività del corpo nell’anno appena concluso, contenuti in un report con tutti i dati. Le richieste di intervento nell’arco del 2021 sono state complessivamente 14mila e 86 (oltre 500 in più rispetto alle 13mila e 505 dell’anno passato), di cui 1407 legate agli incidenti stradali. Gli incidenti stradali rilevati sono stati 985, in aumento rispetto agli 828 del 2020, anno fortemente condizionato dalle limitazioni alla mobilità.

Naturalmente incide ancora l’attività legata all’emergenza covid: sono stati 373 i servizi per il controllo attività commerciali e pubblici esercizi e verifica del rispetto alle norme per il contenimento e contrasto emergenza covid19, 570 quelli relativi ad assembramenti e mancato rispetto norme distanziamento personale, durante i quali sono state controllate 6mila 567 persone; 236 gli altri servizi inerenti la gestione dell’emergenza sanitaria, 4mila 126 i green pass controllati e 123 i verbali di violazione alle norme covid.

Fino al 15 novembre scorso sono state ben 54mila e 686 le violazioni al codice della strada, ma quasi la metà, 25mila e 591 sono ascrivibili all’accesso indebito nella zona a traffico limitato. Complessivamente sono stati 3.936 i punti patente decurtati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.