“Agatha in cammino” si presenta a Castello: tante iniziative in programma

Più informazioni su

Agatha in cammino ospite in villa Braghieri a Castel San Giovanni. L’organizzazione di volontariato che si occupa di sostegno alla ricerca e benessere per chi ha avuto un trascorso oncologico e non solo, ha presentato, nel pomeriggio di sabato 21 maggio, tutti i progetti messi in campo, con particolare riguardo a quelli che coinvolgeranno la comunità emiliana.

“Nella Sala d’onore di Villa Braghieri di fronte ad un pubblico prevalentemente femminile ci siamo un poco più aperte nel racconto di frammenti dei nostri trascorsi oncologici – ha detto la presidente Daniela Invernizzi -. Raccontare un po’ di noi, delle nostre emozioni, delle nostre paure, dei nostri successi è un po’ alleviare il peso del passato difficile di una malattia, il cancro al seno, che quando arriva stravolge la vita, tua e di chi è intorno a te. Raccontarci aiuta noi e aiuta chi ci ascolta e si riconosce nelle nostre storie di vita. La parola “resilienza” che ha pronunciato il sindaco Lucia Fontana ha fatto luce su quello che siamo: donne con un trascorso pesante di malattia, ma donne che, forse inconsapevolmente, stanno trasformando un fatto doloroso in un aiuto concreto per altre donne attraverso piccole cose ma fatte con grande convinzione con l’obiettivo di creare momenti positivi, creare relazioni, fare prevenzione attraverso semplici attività e contribuire a sensibilizzare e sostenere la ricerca scientifica, futuro necessario per la salute di noi donne”.

Presentazione Agatha in cammino

L’assessore ai servizi sociali e alla pubblica istruzione Federica Ferrari ha affermato: “Siamo qui per una bella iniziativa di presentazione di una neonata associazione che ci onoriamo di avere tra i gruppi presenti sul territorio. È bene per noi avere la disponibilità di persone che hanno voglia di fare qualcosa e condividerlo con altri. Qui abbiamo sette donne che sono state a contatto con patologie tumorali e hanno affrontato non semplici situazioni. Non hanno avuto solo questo coraggio, ma anche quello di andare avanti e trarre qualcosa da condividere e progettare eventi a sostegno sia della ricerca sia delle persone che si trovano a vivere le stesse situazioni che loro stesse, in maniera diretta o indiretta, hanno affrontato”.

La presidente Daniela Invernizzi ha spiegato la nascita dell’associazione, mentre le socie fondatrici – Rossana Sirtori, Daria Orfeo, Laura Patrucco, Margherita Re e Michela Mauri – hanno raccontato il proprio vissuto e le motivazioni che hanno spinto alla creazione di questo nuovo gruppo. Molteplici i progetti illustrati a partire dal primo, in programma per sabato 28 maggio alle 16 a Nibbiano, sotto il patrocinio del comune Alta Val Tidone. Accompagnati da Sara Botteri, guida escursionista AIGAE, i partecipanti faranno un’escursione nei territori dell’Alta Val Tidone per vivere la natura, condividere il cammino e gioire della forza del gruppo, prima di concludere con un momento di convivialità, insieme al Food-Truck de “La Moretta Gipsy”, in piazza a Nibbiano. Percorso ad anello con partenza e arrivo da Nibbiano.

Presentazione Agatha in cammino

In partenza dal 26 giugno il progetto “Il Ben-essere vien camminando”: ogni giovedì verranno divulgate sui canali social delle video-interviste ad esperti del settore. Saranno presenti il Dottor Giordani, oncologo, direttore scientifico dell’Associazione nazionale Onconauti, con sede a Bologna, la professoressa Lucini responsabile Servizio di Medicina dello Sport ed Esercizio Fisico, Auxologico Milano e Beatrice Moricoli, fondatrice e Presidente dell’Accademia AIRFI di Milano, è la prima ed unica donna in Italia ad insegnare Riflessologia Facciale Italiana DIEN CHAN ZONE (R), ma ha alle spalle anche una lunga esperienza come terapeuta insegnante di Reiki, Shiatsu, Tui Na, Medicina Cinese e Terapia del Soffio.

A ottobre sarà programmato un ciclo di incontri a tema vita e donna, per un confronto su medicina di genere, stili di vita e prevenzione, mentre con l’aiuto di una psicoterapeutica, si acquisiranno alcuni strumenti per gestire le emozioni. In programma per l’autunno ci sarà anche un laboratorio di cucina, tenuto dalle chef Stefania e Katia, anticipato da una serata informativa su prevenzione e alimentazione tenuta da specialisti. Il laboratorio è stato pensato come una serie di pomeriggi creativi, con degustazione delle preparazioni e momenti di informazioni legati alle “piccole bugie” della nutrizione, come brioche integrali dietetiche o succhi di frutta multivitaminici. É stato anche anticipato il progetto centrale dell’associazione, che verrà divulgato nei dettagli in autunno: il cammino sulla via Francigena, da Aosta a Roma, dal 22 aprile al 3 giugno. Un altro progetto ambizioso che l’associazione si propone è “Che bei capelli”, il primo tassello del puzzle del dono: riguarda la raccolta fondi per acquistare un casco refrigerante che, creando vasocostrizione durante la chemioterapia, impedisce la perdita dei capelli.

Presentazione Agatha in cammino

In chiusura, il sindaco Lucia Fontana si è complimentato per l’iniziativa: “La vostra esperienza ha una valenza per tutti noi perchè date un messaggio di coraggio, forza, determinazione che solo le donne sono capaci di testimoniare. Avete condiviso le vostre esperienze, quelle dei vostri familiari e di affrontare quel cammino che è il percorso di vita che tutti noi siamo chiamati a seguire, senza fermarci mai. Voi date testimonianza di come si da tesoro dell’esperienza dolora per restituirla agli altri. L’insegnamento è che la vita è meravigliosa e le relazioni vanno coltivate. Qui a Castel San Giovanni abbiamo un piccolo ma straordinario presidio ospedaliero che quest’autunno è stato battezzato ospedale delle donne perché si è caratterizzato per la Brest Unit. Abbiamo una realtà attrattiva che, insieme a voi, vogliamo far conoscere. Mi piacerebbe ci fosse questo legame stretto con la nostra Brest Unit, che è anche punto di riferimento ed eccellenza per i cugini pavesi. Qui le donne vengono prese per mano e mai lasciate sole: quando entri, ti senti una persona”.

Un ringraziamento speciale da parte dell’associazione, per la presenza, ad Antonella Lenti, giornalista e alla dottoressa Claudia Razza, curatrici, insieme alla dottoressa Mara Negrati del libro “metti in tavola la prevenzione: teoria e pratica in tema di alimentazione e tumore mammario”, alla psicoterapeuta Elisa Cassi e a Sara Botteri, guida AIGAE.

Per chi volesse ricevere ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi al contatto segreteria@agathaincammino-ODV.org. Per info: www.agathaincammino-odv.org

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.