Blitz dei Nas, sequestrato studio di medicina estetica senza autorizzazione

A Piacenza i militari del Nas di Parma hanno sottoposto a sequestro penale uno studio di medicina estetica “risultato privo di autorizzazione al funzionamento”. Sono state anche rinvenute e sottoposte a sequestro 8 fiale di specialità medicinali ad uso umano “risultate prive di autorizzazione all’immissione in commercio”.

“I recenti episodi di cronaca di interventi di chirurgia estetica effettuati da personale non qualificato che, per soli fini di lucro, esegue pratiche riservate esclusivamente ai medici, sottovalutando le gravi conseguenze che possono derivare da prestazioni eseguite in assenza di adeguata preparazione professionale, con apparecchiatura non idonea e in locali carenti dei minimi requisiti sanitari e strutturali – spiega l’Arma -, hanno portato i Carabinieri del Nas, d’intesa con il Ministero della Salute, a condurre una campagna di controllo, su tutto il territorio nazionale, finalizzata alla verifica della corretta erogazioni delle prestazioni di medicina estetica”.

I controlli sono stati indirizzati a verificare l’idoneità tecnica dell’attrezzatura impiegata, la sussistenza dei requisiti igienico-strutturali e organizzativi, il possesso delle previste autorizzazioni, la presenza di qualifiche professionali, con particolare riguardo all’applicazione di filler, impianti cutanei ed altre procedure tra cui anche i trattamenti mediante il fattore di crescita PRP (plasma ricco di piastrine) per la biorivitalizzazione della pelle, tutte pratiche che per loro natura sono le più soggette ad essere eseguite abusivamente. Nelle province di Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia, i Carabinieri del Nas di Parma hanno controllato complessivamente 41 strutture, rilevando irregolarità presso 6 di queste. Nel contesto sono state elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 4.580 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.