E’ battaglia di sondaggi “Tarasconi al 42,9 per cento, Barbieri al 33”

Dopo quello pubblicato dal comitato di Patrizia Barbieri, ecco il sondaggio della contendente alla poltrona di sindaco di Piacenza, Katia Tarasconi. Il rilevamento realizzato dall’agenzia Piave (che segue fin dall’inizio la campagna della candidata del centrosinistra) vede Tarasconi al comando col 42,9 per cento delle preferenze, a distanza notevole Patrizia Barbieri, ferma al 33 per cento. Segue Stefano Cugini con un lusinghiero 12,1 per cento e Corrado Sforza Fogliani con l’8,7 per cento. Chiudono Maurizio Botti col 2,1 e Samanta Favari con l’1,3 per cento.

Uno scenario diametralmente opposto rispetto a quello prospettato dal sondaggio diffuso poche ore prima da Patrizia Barbieri, che la vedeva nettamente in testa col 48,8 per cento a fronte del 34 per cento di Katia Tarasconi. Due rilevazioni molto distanti tra loro effettuate da agenzie diverse (Euromedia Research di Alessandra Ghisleri per la Barbieri) sulla base di interviste telefoniche in periodi leggermente diversi: dal 9 al 14 maggio quello targato Tarasconi, mentre quello Barbieri è più recente, relativo al 23-24 maggio. Quale dei due si avvicina alla realtà? Attendere il 12 giugno è l’unico modo per saperlo. Nelle ultime due settimane che precedono il voto non sarà più possibile pubblicare sondaggi.

“Abbiamo commissionato un sondaggio qualche giorno fa – spiega la candidata Katia Tarasconi – per avere uno strumento di valutazione in più in quest’ultima fase della campagna elettorale. Il risultato è stato più che confortante, quasi esaltante direi, ma l’abbiamo preso per quello che è e abbiamo deciso di non sbandierarlo ai quattro venti per non “distrarci”, per non spostare l’attenzione dai temi alle ipotesi, dal presente al futuro. Un futuro imminente, che tra pochi giorni diventerà realtà. Ma visto che nel dibattito di queste ore si è infilato (di nuovo) il tema sondaggio, ecco il nostro. Che “prevede” un risultato totalmente ribaltato rispetto a quello di cui abbiamo letto in queste ore, nel quale qualcuno, oltre a stravincere le elezioni, pare si appresti a vincere anche le Olimpiadi e i Mondiali. Come andrà a finire davvero, lo decideranno i piacentini il 12 giugno, tra pochissimo”.

“Bene – conclude -, ora che tutti abbiamo detto che vinceremo a mani basse in base ai nostri rispettivi sondaggi, possiamo andare avanti a confrontarci tra le persone sulla Piacenza che vogliamo per noi e per i nostri figli”.

sondaggio Tarasconi 2022
sondaggio Tarasconi 2022

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.