Fa la cosa giusta, in Sant’Ilario la conclusione del progetto Manicomics con le scuole medie

Si terrà il 20 maggio prossimo, dalle ore 10 alle ore 12 circa, presso l’Auditorium Comunale Sant’Ilario in Corso Garibaldi 17 a Piacenza, il momento finale dell’articolato progetto condotto da Manicomics APS sulle tematiche della partecipazione e della cittadinanza attiva rivolto alle scuole medie. Grazie al Bando comunale rivolto a concedere un contributo a sostegno della realizzazione di una proposta progettuale di carattere socio-educativo a favore delle Organizzazioni del Terzo Settore, infatti Manicomics ha potuto coinvolgere alcune classi con un progetto articolato e complesso che verrà raccontato il 20 maggio alla presenza anche dell’Assessore Papamarenghi.

Al progetto, intitolato “Fa la cosa giusta”, hanno aderito alcune classi piacentine, precisamente le classi 1°M e 3°M della Scuola Anna Frank e la classe 3°A della Scuola Mazzini, che hanno seguito con interesse lo sviluppo del percorso diventando protagoniste in una sorta di campagna pubblicitaria che richiama la modalità “pubblicità progresso”, tanto conosciuta negli anni passati, assimilando competenze per promuovere idee e progettualità rivolte al sociale e all’interesse comune. Grazie ad alcuni incontri con tre realtà associative del territorio come Legambiente Piacenza, Emergency Piacenza e Operazione Colomba (Corpo Nonviolento di Pace della Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII), ogni classe ha affrontato e sviluppato una differente tematica sociale, poi utilizzata nella campagna pubblicitaria che ha trovato spazio nei “luoghi” prediletti dai media mediante affissioni negli spazi pubblici della città e attraverso i più conosciuti social media come Facebook, Instagram e Twitter.

Le tre classi, che attraverso il dirigente scolastico avevano già aderito al bando in fase iniziale, sono state seguite dalle insegnanti Valentina Poggi, Ambrosino Giorgia e Eliana Rendina e coordinate dalla docente Loredana Chicoli. Per Manicomics il progetto è stato condotto dalla dott.ssa Allegra Spernanzoni e dalla Operatrice Teatrale Margherita Serra, con la collaborazione di Rolando Tarquini. Il momento finale, che si terrà il 20 maggio prossimo, vuole mettere in risalto il lavoro dei ragazzi e delle ragazze delle scuole partecipanti che, insieme a Manicomics, illustreranno nella mattinata il percorso del progetto. L’evento è pubblico e verranno mostrati gli elaborati: i manifesti in formato 70×100 prodotti su progetto delle classi attraverso i laboratori creativi. A tal proposito, in questi giorni, è iniziato un periodo di affissioni dei manifesti creati dagli studenti, che saranno affissi sulla bacheca e sugli stendardi di pubblica affissione in città.

Il percorso progettuale ha preso spunto dall’idea che la promozione di una attività e il suo percorso progettuale e creativo costituiscano fonte di individuazione di tematiche, discussione critica, e intervento. Al centro della campagna vi è stato un lavoro sull’educazione all’immagine tramite la fotografia condotto da Manicomics in collaborazione con una esperta fotografa piacentina, Serena Groppelli dello studio Effetre. Per informazioni sulla giornata del 20 maggio si consiglia di scrivere una mail a info@manicomics.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.