“Giornata Europea dei Mulini Storici” a Borgo Mulino Lentino di Alta Val Tidone

Torna a grande richiesta, dopo due anni di stop forzato a causa del Covid, uno degli appuntamenti che da ormai oltre un decennio caratterizzava il mese di maggio dell’alta Val Tidone: la manifestazione “Giornata Europea dei Mulini Storici”.

L’appuntamento, da sempre organizzato e promosso dall’associazione “La Strada dei Mulini”, ritorna in grande stile e con grandi novità, unitamente ai tradizionali momenti e si svolge per tutta la giornata di domenica prossima 22 maggio nella consueta e splendida cornice del Borgo Mulino di Alta Val Tidone, sede dell’associazione organizzatrice il cui presidente Fausto Borghi è anche il proprietario del luogo insieme alla moglie Antonella Borghi. L’evento rientra nelle manifestazioni nazionali organizzate dall’AIAMS Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici con il suo presidente Gabriele Setti e di cui Fausto Borghi è stato recentemente e nuovamente eletto consigliere.

Novità di quest’anno sono due appuntamenti al mattino: escursione a piedi del circuito “Val Tidone Lentamente” e momento culturale\letterario\storico con il progetto “Sentiero d’Autore”, uniti tra di loro. Alle 9 Fausto Borghi presenterà il percorso a piedi sulle antiche mappe del territorio di alta Val Tidone, mentre alle 9:30 ci sarà la presentazione del saggio “Storie di briganti, malandrini, frodatori e contrabbandieri in Val Tidone tra il 1530 e il 1900 a cura dell’associazione “Il Cammino” e della sua referente Giovanna Scansani. Alle 10 inizierà l’escursione gestita dalla guida escursionistica ambientale AIGAE Mirna Filippi con il supporto dell’associazione “Sentiero del Tidone APS” tra i boschi del crinale sul confine tra Emilia e Lombardia alla scoperta del territorio prima dell’unita d’Italia, diviso tra il regno Sabaudo e quello Borbonico con tracce ancora presenti e ben evidenti: per info e prenotazioni Mirna Filippi 3923267010 oppure filippimirna@gmail.com.

Durante tutta la giornata ci sarà la possibilità di visite guidate al museo dell’arte molitoria, unica nel suo genere nel territorio piacentino, e la dimostrazione di macinazione di grani antichi con il mulino ad acqua. Oltre all’esposizione di prodotti biologici e dell’artigianato e di associazioni locali, ci sarà anche la mostra di cereali antichi e la possibilità di acquistare le farine. Tra gli espositori, da menzionare la presenza di Maurizia Gentili e dei suoi ormai celebri “vinarelli”: l’artista piacentina porterà una parte classica e una parte dedicata alla sua passione per l’astronomia: “profondo cielo”, così si chiama la serie di dipinti fatti con il vino e l’aggiunta di colore naturale, il campeggio, che descrive la sua visione personale dei pianeti e delle stelle.

Tanti i momenti previsti: oltre a quelli mattutini, nel pomeriggio alle ore 15 don Silvio Cavalli, parroco e socio onorario dell’associazione organizzatrice, benedirà il pane; ci sarà spazio anche per la premiazione del colonnello della Guardia di Finanza De Panfilis, che ha operato negli anni scorsi nel piacentino ed è sempre rimasto molto legato al territorio provinciale, in particolare alla Val Tidone, e verrà omaggiato di una pergamena di riconoscenza da parte dell’amministrazione comunale di Alta Val Tidone. L’amministrazione, oltre a patrocinare l’evento, ha creato una sinergia promozionale con la manifestazione “Borgo in Fiore” che si terrà a Caminata, invitando pertanto tutte le persone a passare un’intera giornata in questa parte di vallata. Durante la giornata sarà possibile inoltre degustare i “vini di confine” delle cantine della zona e i prodotti tipici locali che verranno preparati dagli organizzatori e che avrà nel bataro’ l’elemento predominante e che si affiancheranno agli stand di miele, formaggi e altre prelibatezze.

L’evento è patrocinato dal Consorzio di Bonifica di Piacenza che gestisce, a fianco del Mulino Lentino, la traversa omonima per uso irriguo e la manifestazione rientra nel centenario delle bonifiche moderne, storica pietra miliare che ha dato la spinta ad un’azione di riprogettazione dei territori e che nei cento anni successivi ha consentito l’emersione di nuove campagne, lo sviluppo dell’agricoltura e la nascita di nuovi centri abitati in tutta Italia. Per informazioni e ulteriori dettagli si rimanda al sito www.mulinodellentino.it oppure è possibile contattare il numero 3494661152.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.