Il Piacenza Baseball torna alla vittoria battendo l’Ares Milano

Più informazioni su

Prima doppietta casalinga per il Piacenza che finalmente si regala una domenica gioia piena dominando due volte l’Ares Milano (16-6 e 14-6 i punteggi delle due partite). Nonostante i larghi punteggi non sono mancati i momenti di apprensione, ma nel complesso l’en-plein rende merito alla caparbietà con la quale la squadra di Marenghi ha inseguito a tutti i costi la doppietta indispensabile per la classifica.

GARA1 – Al mattino Piacenza vince una partita dall’andamento anomalo e singolare. I biancorossi sembrano poter vincere in scioltezza, vengono inaspettatamente ripresi ma alla fine rispondono con un ottavo attacco da 10 punti che annichilisce gli ospiti condannandoli alla sospensione per manifesta superiorità. Lo 0-0 del play-ball si sblocca al 5° col 5-0 biancorosso (base a Capra, singolo di Molina, doppio di Gardenghi, triplo di Minoia e ancora singoli di Schiavoni e Gibson). Il modo con cui Piacenza alza la testa non sembra lasciare speranze ai ragazzi di Faso, che segnano al 6° (5-1) ma subiscono ancora al 7° (6-1). Il patatrac invece all’8°, come un fulmine a ciel sereno. Cufrè, dominante fino a quel punto, lamenta la prima stanchezza ed un Ares sornione ne approfitta agguantando un inatteso pareggio (6-6). Sulle prime gli uomini di Marenghi sembrano patire lo choc ma di seguito riescono a rielaborare la situazione ponendo rimedio allo svarione. Sanna L. ridà fiato al monte e tutto il resto della squadra risponde alla grande confezionando un ottavo attacco da favola. Con due eliminati arrivano 10 punti. Spicca il triplo di Cufrè, che da solo ne vale tre, ma anche i singoli di Chacon, Sanna, Gardenghi e Minoia oltre a 4 basi per balls. L’Ares è con le spalle al muro e non può che rassegnarsi allo stop anticipato quando arriva a trovarsi sotto di 10 lunghezze. Si chiude a 16-6 scacciando le paure e legittimando una superiorità al di là di tutto evidente.

ARES MILANO 0-0-0-0-0-1-0- 5 6 PIACENZA 0-0-0-0-5-0-1-10 16

Formazione: Minoia ec, Chacon ss, schiavoni 3b/ed, calderon es, Gibson dh (Cufrè 3b), Perez 2b, Capra 1b, Molina ed (Sanna L. lan), Gardenghi ric. Lanciatori: Cufrè (rl7 bv10 bb0 k3 pgl4), Sanna L. (rl2 bv4 bb1 k0 pgl2).

GARA2 – Le necessità di classifica generano tensioni ed anche se Piacenza trova molto presto il vantaggio è palpabile nel dug-out biancorosso il timore di sciupare tutto sul più bello. Cinque basi gratuite ed il singolo di Capra mettono un bel 5-0 su di un vassoio d’argento già al 1° inning. Gli ospiti rispondono con 2 punti al 3° e le cose sembrano divenire più difficili del previsto. Ne esce un batti e ribatti nel quale i nostri riescono a mantenere la linea di galleggiamento senza però centrare l’obiettivo di “ammazzare” la partita. Altri 5 punti arrivano al 4° col doppio di Molina ed i singoli di Casana e Schiavoni, ma l’Ares è sempre vivo resistendo alle insidiose traiettorie di Dall’Agnese. Sul 10-6 al 7° non si può star tranquilli e qualche punto ancora non guasterebbe. Ed ecco che al cambio campo il line-up di casa risponde alla chiamata con 4 arrivi a casa base ( doppio di Perez e due errori) che chiudono la pratica anche se non anticipatamente come in gara1. Indubbiamente si sarebbe potuto e dovuto fare meno fatica per portare a casa i due successi, comunque netti e meritati, che valgono oro colato per la classifica.

Domenica prossima si chiude il girone d’andata a Fossano con altre due partite sulla carta favorevoli e solo dopo il ritorno dal Piemonte potremo capire se davvero è cambiato il vento in casa biancorossa.

ARES MILANO 0-0-2-0-3-0-1-0-0 6 PIACENZA 5-0-0-5-0-0-4-0-R 14

Formazione: Chacon ss, Minoia ec, Schiavoni es, Cufrèdh, Perez 2b, Capra 1b (Calderono), Casana 3b, Molina ed (Pinoia), Gardenghi ric. Lanciatori: Dall’Agnese (rl7 bv12 bb2 k6 pgl4), Macak (rl2 bv0 bb3 k1 pgl0).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.