Magnani e Perotti (Piacenza Coraggiosa) “Istituire un osservatorio prezzi comunale”

“Il rincaro dei prezzi dei carburanti, dell’energia e di molti altri generi alimentari rischiano di diventare una vera emergenza sociale anche a Piacenza”. Lo affermano i candidati al consiglio comunale di “Piacenza Coraggiosa” Elisa Magnani e Francesco Perotti, che avanzano una proposta concreta: l’istituzione di osservatorio prezzi comunale per contrastare il carovita.

“Ultimamente sono aumentati a dismisura i casi di persone – spiega l’avvocato Elisa Magnani, che fa parte della Consulta legale di Federconsumatori – che si rivolgono al nostro sportello per avere un aiuto ad ottenere la rateizzazione di bollette o che rappresentano problemi economici. L’attuale aumento dei prezzi, giudicato speculativo perfino da un ministro, deve farci riflettere sulla impotenza dei consumatori e utenti rispetto l’economia speculativa”. “Cosa può fare un’Amministrazione Comunale – prosegue – per cercare di risolvere o, almeno, arginare il fenomeno?”

Partendo dall’esperienza di Piacenza stessa nel 2007, Elisa Magnani e Francesco Perotti hanno messo a punto una soluzione: “Occorre ristabilire un osservatorio prezzi a livello comunale, in grado di monitorare l’andamento dell’inflazione del prezzo dei beni al consumo, di informare i cittadini segnalando eventuali fenomeni speculativi, per tutelare e promuovere una concorrenza trasparente e leale”. “I benefici di tale istituto – concludono i candidati – andranno a vantaggio di tutti: utenti, consumatori, imprenditori, artigiani, studenti e turisti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.