Partito da Piacenza il “Cammino del Po” per sostenere i pazienti oncologici

Più informazioni su

E’ partito oggi da Piacenza il “Cammino del Po”, che porterà l’associazione “Volendo continuare”, organizzazione di volontariato a sostegno dei pazienti oncologici di Savogna d’Isonzo (Gorizia), a percorrere circa 20 km a piedi ogni giorno lungo un tragitto diviso in sei tappe, seguendo il corso del grande fiume sino a raggiungere Suzzara, nel Mantovano. Si tratta della seconda edizione dell’iniziativa “Se non puoi correre…cammina!”, ideata per una campagna di sensibilizzazione fondamentale, sull’attività fisica e la camminata, in particolare, non solo come strumento di prevenzione, ma anche come chiave per rigenerare il corpo e l’anima, contrastando le conseguenze dello stress e i rischi di depressione.

Ad accogliere la delegazione dei partecipanti, nella cornice del Salone Pierluigi a Palazzo Farnese, l’assessore ai Servizi Sociali e Pari Opportunità Federica Sgorbati, il consigliere comunale Francesco Rabboni e Romina Cattivelli, presidente di Armonia. “Piacenza – hanno sottolineato l’assessore e il consigliere porgendo il benvenuto istituzionale dell’Amministrazione – è sempre più spesso al centro di iniziative che intrecciano, alla scoperta delle bellezze paesaggistiche e agli itinerari che valorizzano storia, arte e natura, campagne di solidarietà imporanti: basti pensare al recente passaggio del pellegrinaggio lungo la via Francigena nel nome di Lilt, o ai giovani che abbiamo ricevuto l’anno scorso, in cammino a sostegno della Pediatria dell’Ospedale di Padova e dei malati di fibrosi cistica. Voi tutte – ha aggiunto Federica Sgorbati rivolgendosi alle 12 signore del Friuli Venezia Giulia che  nel pomeriggio iniziano il proprio viaggio da Piacenza, alcune delle quali in cura per un tumore, altre unite da un legame familiare (sorelle, madre e figlia) – portate un messaggio di speranza che può essere di incoraggiamento per tante altre donne, mettendovi in gioco in prima persona: grazie per il vostro esempio”.

Come ha rimarcato Nicole Primozic, presidente dell’associazione “Volendo continuare”, l’appoggio di istituzioni e realtà locali durante il percorso è prezioso, innanzitutto come simbolo di condivisione: “Noi stesse abbiamo storie diverse, età che vanno dai 22 ai 75 anni, ma la stessa voglia di comunicare al mondo le nostre emozioni e il significato di questo viaggio”.  Romina Cattivelli non ha voluto far mancare, in tal senso, il supporto di Armonia: “L’esperienza ci insegna quanto conti, nel percorso di cura e riabilitazione dei pazienti oncologici, la socialità e l’opportunità di impegnarsi in iniziative che possano accrescere il benessere psico-fisico. Camminare è senza alcun dubbio un valido aiuto, come la nostra associazione ha ricordato a sua volta in tante occasioni, tra le molteplici iniziative portate avanti nei trent’anni di attività che celebriamo in questo 2022”.

Il progetto dell’associazione “Volendo continuare” è patrocinato da Europa Donna Italia e, accanto al Comune di Piacenza, dalle municipalità di Gorizia, Savogna d’Isonzo e Mossa (entrambi nel Goriziano). Per le partecipanti, prima di mettersi in cammino in direzione di Caorso, meta della prima tappa, uno spuntino rifocillante a base di salumi tipici piacentini e il desiderio, espresso a gran voce, di ripassare in città per visitare la mostra dedicata a Gustav Klimt.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.