Quantcast

“Rappresentiamo la normalità di Piacenza, non l’élite”, ecco la lista della Lega

Anche la Lega Piacenza ha presentato la propria lista, a sostegno di Patrizia Barbieri, in vista delle prossime comunali.

Trentadue i candidati, tra volti noti e persone alla prima esperienza politica: in lista gli assessori uscenti Stefano Cavalli, Paolo Mancioppi e Luca Zandonella, oltre a Davide Garilli – che ha ricoperto la carica di presidente del consiglio comunale – e ai consiglieri Eugenio Barbieri, Lorella Cappucciati, Marvin Di Corcia, Jacopo Freschi, Marco Montanari, Sergio Pecorara (eletto nelle fila di Forza Italia, poi passato nel gruppo misto all’inizio del 2020, quindi entrato a far parte del Carroccio a palazzo Mercanti) e Carlo Segalini. Tra i candidati anche Massimo Polledri, ex parlamentare e assessore alla cultura della giunta Barbieri, carica revocata dal primo cittadino nell’ottobre del 2018: alle elezioni del 2017 era stato il più votato nel centrodestra.

L’iniziativa si tiene in un luogo simbolo, come i giardini Merluzzo, ora riconsegnato alla città in sicurezza, come viene più volte sottolineato nel corso della serata che vede non poche stoccate – pur senza norminarli direttamente – agli sfidanti del centrosinistra. “Presentiamo una lista formata per un terzo da under 35, tante persone sono alla prima esperienza politica – spiega il consigliere regionale del Carroccio Matteo Rancan -. Cerchiamo di coniugare quella che è stata l’esperienza di questi cinque anni con il futuro: saremo sempre al fianco di Patrizia Barbieri in questa bellissima avventura. Ci presentiamo come persone normali che vivono la città, capaci, coerenti e di buon senso, proponendo per il futuro una Lega capace di stare vicino alla gente e di amministrare, una Lega di buon governo. La nostra è una lista di persone normali: qualcuno invece ha inserito in lista nomi altisonanti, solo per avere credito. C’è una differenza tra Barbieri e un’altra candidata, del centrosinistra, che ha inserito in lista esponenti del proprio partito che non voleva più (Katia Tarasconi e Paola De Micheli, ndr). Noi siamo la Piacenza normale, non l’élite”.

Presentazione lista Lega

Sul programma: “In questi anni tanto è stato fatto su sicurezza, commercio, ambiente, sport, partiamo da questo per rilanciare. Ci sarà da potenziare l’impianto di videoroveglianza di tutto il comune, per quanto riguarda lo sport servirà sicuramente un investimento maggiore per la riqualificazione delle piscine, sulla ciclabilità dovremo fare investimenti importanti, e già siamo partiti richiedendo fondi del Pnrr; vi è poi la disability card, presentata pochi giorni dal ministro Stefani, con la quale le persone con disabilità potranno partecipare gratuitamente a diversi servizi gratuiti del Comune”.

Tra gli ospiti della presentazione, alcuni big del partito come l’europarlamentare Marco Zanni, residente proprio a Piacenza. “E’ una città ben amministrata a misura d’uomo, sicura e fatta per viverci – ha detto -. Il lavoro fatto dall’amministrazione Barbieri è straordinario, rimane ancora tanto da fare, ecco perché ridare fiducia a questa amministrazione. Rinnovo la mia disponibilità al territorio, per fare da connessione diretta con l’Ue”. Il senatore Andrea Ostellari, segretario Lega Emilia, invece apprezza il coro di ‘Tal dig in piasintein’ che ha accompagnato la presentazione della lista Lega. “E’ la dimostrazione che c’è voglia di identità e di mantenerla. A Piacenza si vede la differenza, rispetto ad altre città del Nord governate dalla sinistra, come Padova e Parma: qui non dobbiamo assistere a scene di spaccio incredibili. La differenza sta in un’amministrazione che combatte a fianco del popolo per rendere la città più sicura. Brava Patrizia per quello che hai fatto in 5 anni, ti impegnerai ancora di più per i prossimi 5 anni”.

L’onorevole Andrea Crippa, vicesegretario federale Lega, rimarca come “nel dna dell’attuale amministrazione ci sia una caratteristica che ci contraddistingue. Qui non abbiamo gente che non si vede per un anno ma si presenta solo in campagna elettorale: loro (il centrosinistra) vogliono portare la gente indietro, noi vogliamo portare Piacenza nel futuro. Il nostro principale avversario è l’elettore disilluso, ci mettiamo cuore, faccia e coraggio per provare a migliorare il futuro dei piacentini che verranno”. Il senatore Gian Marco Centinaio, sottosegretario alle Politiche Agricole, si è unito al coro degli elogi all’amministrazione Barbieri. “Il lavoro che è stato fatto è ottimo, quindi perché cambiare? Non c’è motivo. Piacenza ha bisogno di serietà, impegno e competenza: persone competenti che proseguano nel loro lavoro”.

“E’ doveroso rivolgervi un  ringraziamento per questi 5 anni, è stata un’avventura amministrativa molto impegnativa – ricorda la candidata Patrizia Barbieri -. Possiamo anche avere avuto momenti di discussione, ma siamo una famiglia e grazie al confronto abbiamo superato  momenti difficili. Non parlerò degli avversari, non c’entrano nulla con noi: noi abbiamo come metodo di lavoro il dialogo, il parlare con la gente per capire cosa vogliono e poi decidere, questo è amministrare. Per altri invece è la gestione del potere, cosa che non ci appartiene. La persona, sia il singolo cittadino o l’imprenditore, è invece al centro della nostra progettualità. Abbiamo portato a Piacenza 76 milioni e 500 mila euro di progetti finanziati, l’ultimpo in ordine di tempo riguarda il trasporto rapido di massa, anche se la nostra proposta aveva trovato scetticismo nell’opposizione”.

In chiusura, distribuzione dei gadget elettorali: alle più tradizionali penne e magliette viene affiancato un ben più tipico – e saporito – spicchio di grana padano rigorosamente dop.

La lista

Eugenio Barbieri, 72 anni, pensionato

Giuseppe Bergonzi, 59 anni, Impiegato Eni

Arianna Burzoni, 52 anni, imprenditrice

Cappucciati Lorella – detta Lolli -, 57 anni, responsabile della ricerca delle professioni sanitarie

Valentina Casarola, 37 anni, tributarista, mediatore civile e commerciale

Stefano Cavalli, 53 anni, commerciante

Daniela Cremona, 59 anni, commessa

Alessio Dati, 22 anni, studente universitario e barista

Marvin di Corcia, 26 anni, programmatore informatico

Jacopo Freschi, 30 anni, tecnico della sicurezza

Davide Garilli, 27 anni, fisioterapista

Angela Garioni, 63 anni, pensionata

Angela Giovanelli, 64 anni, pensionata

Tommaso Giovilli, 19 anni, barista

Stojan Madzov, 56 anni, imprenditore

Paolo Mancioppi, 55 anni, geologo

Marisa Michelotti, 59 anni, impiegata

Marco Montanari – detto Monta -, 33 anni, geometra

Luca Pandelli, 19 anni, studente,

Sergio Pecorara, 66 anni, pensionato

Roberta Penini, 49 anni, commerciante

Massimo Polledri, 61 anni, medico

Sara Schiavi, 47 anni, docente

Carlo Segalini, 69 anni, medico chirurgo

Massimo Sidi, 55 anni, Funzionario tecnico commerciale

Lorenzo Susinno, 60 anni, avvocato

Rachele Tizzoni, 34 anni, barista

Laura Vaghini, 51 anni, impiegata

Cristina Valla, 53 anni, casalinga

Annarita Volpi, 74 anni, presidente “SPSN” Museo Storia Naturale

Luca Zandonella Callegher – detto Zando -, 33 anni, ingegnere esplosivista

Galeazzo Ziliani, 80 anni, pensionato

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.