Trent’anni dalla strage di Capaci, un minuto di silenzio nelle scuole piacentine

Stamattina, alle 9, è stato osservato, in collegamento con le scuole della provincia di Piacenza, un minuto di silenzio in ricordo delle vittime della strage di Capaci: il magistrato Giovanni Falcone, la moglie magistrato Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Il momento di riflessione è stato preceduto dalla lettura di un articolo di cronaca di quel tragico giorno con riflessioni di docenti e studenti.

Alla commemorazione, in videoconferenza, hanno partecipato il Prefetto, il Questore, i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, Dirigenti scolastici, docenti e studenti delle scuole del territorio. Il Prefetto Daniela Lupo ha ricordato che quello squarcio nell’autostrada ha procurato morti e lutti indimenticabili, ma ha risvegliato le coscienze e dato la determinazione a proseguire con forza nel cambiamento che Falcone aveva configurato, tra l’altro, nella procura nazionale antimafia. Questa è la nostra determinazione e il nostro impegno nelle istituzioni: come ebbe a dire Carlo Alberto Dalla Chiesa, altro servitore dello Stato, vittima di mafia, “se un potere c’è, è il potere dello Stato”, l’unico al servizio di tutti. I materiali prodotti dalle scuole sono pubblicati nell’apposita sezione del sito istituzionale della Prefettura.

La nota stampa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.