I Venerdì Piacentini si fanno in tre “Grande attesa e partecipazione all’edizione 2022”

I Venerdì Piacentini si fanno in tre: per l’edizione 2022, dopo il lungo stop imposto dal covid, saranno tre le serate di animazione del centro di Piacenza, il primo, l’8 e il 15 luglio.

In città sarà possibile assistere ad eventi di sport, musica e intrattenimento, come il Gran Galà del pattinaggio artistico (il primo luglio), l’elezione di Miss Piacenza (l’8 luglio) e il ritorno della grande boxe in piazza Cavalli (il 15 luglio) e non solo, con innumerevoli iniziative promosse dagli esercenti che hanno deciso di dare il loro contributo.

Nata nel 1996, la manifestazione viene organizzata da Blacklemon che saputo rendere i Venerdì Piacentini il festival più conosciuto ed amato in provincia e non solo, riuscendo ad attirare 280mila visitatori nel 2019, di cui almeno la metà turisti, con un indotto per il commerciollocale di 7 milioni di euro.

IL PROGRAMMA IN PDF

Per l’edizione 2022 sono a capo della cordata di organizzatori le 3 principali associazioni di categoria del settore (Confesercenti, Confcommercio e CNA), che hanno scelto di collaborare e di unire le forze per la buona riuscita del festival; il Comune di Piacenza collabora con gli organizzatori riducendo i costi di occupazione suolo pubblico per i commercianti aderenti e fornendo in comodato d’uso gratuito un palco e altri allestimenti, mentre main sponsor di questo evento sono Banca di Piacenza e Iren, sostenuto anche da Terrepadane e Trs Ecologia.

presentazione Venerdì Piacentini

“Ricomincio da sindaco da un’iniziativa che ho visto nascere come assessore nel 2011 – commenta Katia Tarasconi -. C’è molta voglia tra i piacentini di stare insieme, di stare in libertà, e vivere la città. Questa iniziativa non sarebbe possibile senza l’aiuto degli sponsor e il contributo delle associazioni di categoria, e a loro va il mio ringraziamento”. “E’stata per noi una grande gioia poter ripartire con questo festival – dice Raffaele Chiappa, presidente di Confcommercio Piacenza – dopo due anni di stop. Sarà un’edizione diversa ma abbiamo ritenuto di procedere con i tempi e le risorse disponibili, perché i nostri commercianti hanno chiesto di riportare questo festival in città”.

“I Venerdì Piacentini sono un evento molto importante per il territorio, non a caso viene copiato anche in altri Comuni – commenta Nicola Maserati, presidente di Confesercenti Piacenza – Quando ci è stato chiesto di organizzarli di nuovo, nonostante il poco tempo a disposizione, ci siamo preoccupati, ma l’esserci riusciti dimostra la grande capacità della società organizzatrice, Blacklemon. I nostri associati, negozi e ristoranti, sperano di veder ripagati i mesi di difficoltà grazie alle animazioni e gli eventi a corollario delle serate. È un evento talmente importante che è un segno di ripartenza, speriamo inarrestabile”.

“Cna Piacenza partecipa all’organizzazione per la prima volta – spiega il direttore dell’associazione, Enrica Gambazza -. E’ un evento corale e abbiamo aderito a questa unione di intenti perché è un metodo di lavoro corretto anche davanti alla platea delle imprese. L’edizione 2022 segna il ritorno alla normalità e, grazie all’opportunità di entrare in contatto, nel corso delle serate, con tante persone non solo di Piacenza, con la possibilità per i nostri associati di avere dell’indotto. È evidente che i Venerdì Piacentini muovono molto altro, al di là dei singoli eventi, e quindi grazie a Blacklemon per l’organizzazione”.

Anche il presidente del comitato esecutivo della Banca di Piacenza, Corrado Sforza Fogliani, al suo ritorno in consiglio comunale dopo 20 anni, sottolinea come il valore aggiunto della manifestazione sia creare indotto per il territorio. “La nostra partecipazione – ricorda – è stata decisa prima delle elezioni, ma essendo stati interpellati ben volentieri abbiamo aderito. Per la prima volta prendiamo parte come sponsor a questo evento che ricorda la ‘Grande Piacenza’, con eventi in grado di attirare persone anche da fuori provincia, è un auspicio per la nuova amministrazione. Ricordo che Piacenza impegna neanche la metà delle risorse che produce sul territorio e fornisce risorse al di fuori. Se vogliamo pensare una Piacenza sempre più grande dobbiamo trattenerle qui. Noi esportiamo ricchezza, mentre il Festival Venerdì Piacentini attrae ricchezza. Come Banca, non solo siamo sponsor ma partecipiamo con un nostro evento: un concerto in piazzale Plebiscito, con l’esibizione di un quartetto d’archi”.

Prende poi la parola Nicola Bellotti di Blacklemon per presentare il programma dei Venerdì Piacentini 2022. “Quest’anno abbiamo visto una grande partecipazione degli esercenti, con tanti eventi organizzati dai locali stessi – racconta – e dai commercianti, mirati alla promozione della propria attività, magari con un po’ più di fantasia rispetto al passato”. Confermato, anche per il 2022, il Motor Expo in piazza Cavalli, con le novità dal mondo delle 2 e 4 ruote in una esposizione diffusa. Partecipano Autoingros: Alfa Romeo, Fiat, Lancia, Jeep, Abarth. Ponginibbi Group: Peugeot, Citroen, DS, Hyundai, Volvo. Piemme Car: Nissan. Autostar: KIA, Ssangyong, Skoda. Programma Auto: Fiat, Lancia, Jeep, Abarth. Raschiani: Bici da strada, elettriche, mountain bike, Piaggio, Suzuki.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.