Il Po ridotto a un “deposito” di sabbia. Aipo sconsiglia la navigazione a motore

MAGRA DEL PO – AIPo: SCONSIGLIATA LA NAVIGAZIONE A MOTORE – La perdurante siccità che investe l’intero bacino idrografico del fiume Po sta provocando condizioni molto critiche per la navigazione fluviale lungo il Po. L’AIPo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), che ha tra i suoi compiti quello di garantire il segnalamento e la manutenzione della via navigabile interna, è quotidianamente impegnata con il proprio personale nello svolgimento di tutte le azioni possibili al fine di evidenziare pericoli e criticità presenti nel fiume.

Purtroppo – spiegano – i livelli del Po sono così bassi da far registrare fondali minori di 50 centimetri anche in punti situati all’interno del canale navigabile; per tale motivo la segnaletica di sponda e quella posta in alveo non sono più sufficienti a garantire i normali livelli di sicurezza per la navigazione. Ci possono inoltre essere ulteriori criticità in corrispondenza dei passaggi sotto i ponti, dove può rendersi necessario utilizzare un tracciato diverso rispetto a quello di norma utilizzato e segnalato”. Per tutti questi motivi, AIPo “sconsiglia la navigazione a motore lungo il fiume Po. Ulteriori informazioni sulla navigabilità del Po sono consultabili, oltre che con il sito web di AIPo, attraverso la nuova App “Portolano del Po”.

Nel video realizzato dal drone la situazione impressionante del grande fiume nei pressi del ponte di Pievetta, nel Comune di Castelsangiovanni, al confine delle province di Piacenza e Pavia: tanta sabbia e un sottile corso d’acqua, ridotto ai minimi termini dalla siccità

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.