Social, musica e ambiente per la prova di italiano. “Tracce facili per il ritorno alla normalità”

Social, musica e ambiente: queste le scelte compiute dai ragazzi alle prese con la prima prova, quella di italiano, dell’esame di Maturità ritornato, dopo due anni di covid, al suo assetto standard.

La poesia “La vita ferrata” di Giovanni Pascoli e la novella “Nedda” di Giovanni Verga sono stati i testi da analizzare per chi ha scelto la tipologia A. Chi si è cimentato nel testo argomentativo (tipologia B) ha avuto a disposizione un testo di Liliana Segre e Gherardo Colombo sulle leggi razziali, tratto da “La sola colpa di essere nati”, poi Oliver Sacks e la Musicofilia e infine l’attualissimo tema del cambiamento climatico, con il discorso che il Premio Nobel per la Fisica 2021 Giorgio Parisi ha pronunciato alla Camera dei Deputati l’8 ottobre 2021. Due tracce per il tema di attualità (tipologia C): “Le conseguenze della pandemia di Covid” tratto da Luigi Ferrajoli, “Perché una Costituzione della Terra?”, e il brano “L’iperconnessione a Internet” di Vera Gheno e Bruno Mastroianni, tratto da “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello”

“Io ho scelto l’analisi del testo di Verga, un autore che ci aspettavamo venisse proposto – dice Alice Scigliano, dell’istituto Romagnosi -. Tracce abbastanza facili, rispetto agli altri anni, per segnare un ritorno alla normalità”. Della stessa idea Chiara Molinari, del liceo Gioia. “Pascoli e Verga erano i due autori più gettonati, la prova non è stata difficile – racconta -, io ho scelto la traccia dedicata ai social”. Di musica invece hanno parlato Giulio Leonzio e Giulia Liberati del Gioia. “Studio pianoforte al Conservatorio – ha detto Giulia -, appeno ho letto ‘musica’ mi sono buttata”. Visan Alexandru Petru dell’istituto Romagnosi ha invece preferito il testo argomentativo legato al clima. “Mi è sembrato l’argomento maggiormente di attualità” ha detto.

Il tema sul mondo iperconesso per uno studente su cinque – La traccia che parte da un brano tratto dal libro “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello”, di Vera Gheno e Bruno Mastroianni, dedicata alle potenzialità e ai rischi di un mondo iperconnesso, è la più scelta dalle studentesse e dagli studenti che oggi hanno affrontato la prima prova scritta dell’Esame di Stato. È stata infatti svolta – comunica il Ministero dell’Istruzione fornendo i dati derivati da un’indagine campionaria rappresentativa a livello nazionale – dal 21,2% dei maturandi.

Il 18% delle candidate e dei candidati ha invece optato per la traccia che parte da un brano tratto dal libro “La sola colpa di essere nati”, di Gherardo Colombo e Liliana Segre, che proponeva una riflessione sulle leggi razziali. Al terzo posto, con il 16,5% delle preferenze, l’analisi del testo tratto da “Nedda. Bozzetto siciliano” di Giovanni Verga. Il 15,8% dei candidati si è cimentato con il tema della musica, a partire da un brano tratto da “Musicofilia” di Oliver Sacks. Il 14% delle studentesse e degli studenti ha scelto la traccia che partiva da un passaggio del libro “Perché una Costituzione della Terra?” di Luigi Ferrajoli. L’11,6% ha preferito quella che faceva riferimento al discorso pronunciato l’8 ottobre 2021 alla Camera dei Deputati dal Premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi. Infine, il 2,9% delle studentesse e degli studenti ha scelto l’analisi della poesia “La via ferrata” di Giovanni Pascoli.

La traccia più scelta a livello nazionale è anche quella preferita negli Istituti tecnici (24%) e negli Istituti professionali (26,9%). Nei Licei i ragazzi hanno preferito la traccia su Verga (21,5%).

DOMANI LA SECONDA PROVA SCRITTA – Giovedì 23 giugno, dalle ore 8.30, è in programma la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che riguarderà una disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi. Quest’anno la prova sarà predisposta dai singoli istituti, che potranno così tenere conto di quanto effettivamente svolto dai ragazzi durante l’anno scolastico, anche in considerazione dell’emergenza pandemica. Scoglio finale sarà, come sempre, il colloquio orale, che verificherà tutte le discipline escluse dagli scritti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.