Le Rubriche di PiacenzaSera - Rotary

Grande partecipazione al centro estivo promosso dal Gruppo Piacentino Rotary per i bimbi ucraini

Si è ottimamente conclusa la prima settimana di Centro Estivo organizzata partire dallo scorso lunedì 27 giugno per i bambini – ragazzi dai 4 ai 17 anni profughi Ucraini accolti nel nostro Territorio. Il Gruppo Piacentino dei Rotary (7 Rotary e 2 Rotaract) aveva raccolto delle significative somme grazie al Concerto al Teatro Municipale “Grande Musica per l’Accoglienza” dello scorso 11 maggio, organizzato anche in collaborazione con il Comune di Piacenza, importanti Sponsor e le Associazioni locali Inner Wheel, Soroptimist e Round Table.

“Abbiamo ora provveduto – dichiara Maria Grazia Sabato, del Rotary Piacenza Sant’Antonino e coordinatrice del service di gruppo  – a finalizzare le risorse nell’attività di integrazione e svago, come ci eravamo impegnati, per i tanti ragazzi presenti in città e provincia. E’ stato un lungo lavoro di ricerca e organizzazione dei bambini interessati e per individuare la struttura con preparazione, competenza e capacità di ricezione adatte ad accoglierne un numero importante, tra i 40 e i 45 la prima settimana con l’aggiunta di una ulteriore decina nella successiva, e abbiamo avviato la collaborazione con la società Polisportiva Podenzano 1945”. Tante le attività svolte durante l’arco dell’intera giornata nella struttura gestita da Renato Lavezzi: sport in squadra, attività ginniche, ludiche , culturali e artistiche: è stato inserito anche un corso di coro dato l’alto numero di musicisti tra le fila dei bambini iscritti, il tutto all’insegna dell’inclusione e dell’integrazione. “E’ per noi motivo di orgoglio e soddisfazione – spiega Renato Lavezzi – poter contribuire a donare un sorriso a questi ragazzi tramite lo sport che, con i suoi valori, diventa strumento di accoglienza per chi sta vivendo un momento di grande difficoltà”.

I Rotary hanno provveduto per intero a sostenere il costo del Centro Estivo per tutti i partecipanti, e lo faranno anche per una seconda settimana subito a seguire, mentre la Regione Emilia Romagna si è fatta carico del costo del trasporto effettuato da autobus di linea SETA, andata e ritorno, dal punto di ritrovo individuato più comodo per tutti. “Usufruiamo anche della collaborazione di alcuni volontari – prosegue Maria Grazia Sabato – indispensabili per accompagnare nelle tratte i ragazzi sull’autobus fino a destinazione e viceversa al ritorno. Abbiamo creato un’organizzazione ben rodata e funzionante, perchè, anche a fare del bene non basta avere la volontà: il primo ingrediente, per riuscirci concretamente, è la capacità organizzativa e di gestione delle persone, ma anche dei problemi e degli inconvenienti. Un particolare ringraziamento va a Svitlana Dzyuba Ludovico, Lyudmyla Popovych e Nataliya Kampov, che tanto si sono prodigate nell’attività di comunicazione e punto di riferimento con le famiglie ucraine”.

Oltre alle due settimane di centro estivo, tante altre sono le azioni in programma da parte dei Rotary in aiuto e a sostegno della popolazione ucraina da realizzarsi anche nei prossimi mesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.