Rigenerazione urbana, a Castelvetro piacentino inaugurata la rinnovata piazza Biazzi foto

Cambia il cuore della città, a Castelvetro piacentino: più verde, sostenibile e aperto alla socialità grazie al completamento del progetto di rigenerazione urbana sostenuto dalla Regione nell’ambito della nuova legge urbanistica in vigore in Emilia-Romagna dal 2018, improntata al consumo di suolo a saldo zero.

Oggi il taglio del nastro della rinnovata piazza Emilio Biazzi: insieme al sindaco Luca Quintavalla, il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, presenti consiglieri comunali, i tecnici progettisti, le imprese che hanno realizzato i lavori, oltre ai rappresentanti delle realtà associative e commerciali che hanno collaborato al “percorso partecipato” che ha portato alla definizione degli interventi.

“Spazi pubblici completamente rinnovati, più belli e vivibili, in cui ritrovarsi come comunità, alla cui progettazione hanno contributo gli stessi cittadini: oggi è un giorno di festa per Castelvetro- ha detto il presidente Bonaccini-. La Regione è al fianco dei Comuni per promuovere uno sviluppo più equo e sostenibile, che rafforzi le identità dei luoghi, riduca le distanze tra centro e periferia, promuova occasioni di condivisione tra i cittadini”. “La qualità degli spazi urbani è strettamente collegata alla qualità del vivere- ha concluso- e con la riforma della legge urbanistica da subito abbiamo puntato proprio a questo: recuperare l’esistente e valorizzare aree e territori mettendo al centro recupero dell’esistente, sostenibilità ambientale e socialità”.

Cosa è stato fatto – Il progetto “Rigenerazione degli spazi pubblici – via Roma al centro” ha previsto la riqualificazione dell’area centrale del comune, e in particolare di via Roma, piazza Biazzi, il parco Biazzi e quello della scuola materna. Il costo complessivo è stato di circa 1,2 milioni di euro, di cui 838mila euro dalla Regione e 362mila dal Comune. Via Roma in particolare è stata ripensata come uno spazio condiviso, grazie a interventi per moderare il traffico, mettere in sicurezza gli attraversamenti, dare priorità ai pedoni e alla bicicletta, ripensare l’illuminazione e il verde pubblico. Altre azioni – tra cui la realizzazione di un’area gioco per i bambini e un’arena per il cinema estivo – hanno riguardato il recupero e la valorizzazione del parco dell’Istituto “Emilio Biazzi” non solo a servizio degli anziani residenti nella struttura residenziale, ma anche come luogo “verde” per tutti i cittadini, dove realizzare iniziative di socializzazione fra le diverse generazioni.

Gli interventi finanziati nel Piacentino: investimenti per oltre 11 milioni di euro – Rigenerazione e riqualificazione ambientale degli spazi urbani, riuso del patrimonio edilizio esistente. Regole più semplici e veloci per la pianificazione dei Comuni. E un obiettivo su tutti: consumo di suolo a saldo zero. Quello inaugurato oggi è uno dei due interventi di rigenerazione urbana sostenuti dalla Regione a Castelvetro grazie alla nuova legge urbanistica. Il secondo – finanziato con il bando 2021 – riguarda il recupero dell’ex edificio scolastico di Croce Santo Spirito quale centro culturale, sede della biblioteca e di attività di animazione per i giovani. Il contributo previsto della Regione è di 710 mila euro a fronte di un costo complessivo di 1 milione 885 mila euro.

In provincia di Piacenza sono 16 gli interventi cofinanziati dalla Regione – sette con il bando del 2018 e nove con quello del 2021 – grazie a un contributo di 7,2 milioni di euro su un costo di 11,3 milioni di euro. Interventi che salgono a 127 in tutta l’Emilia-Romagna per un investimento complessivo di 172 milioni di euro, coperto per 90,5 milioni da risorse regionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.