Sanità, Rancan (Lega) “Sanità territoriale, promessa tradita, ora ne paghiamo tutti le conseguenze”

Più informazioni su

“Onestà intellettuale impone di guardare ai fatti e confrontarli con le parole e le promesse: ebbene la Sanità in Emilia-Romagna non è la migliore. E le responsabilità hanno nome e cognome: quelle del governatore Stefano Bonaccini e del suo Pd, le cui politiche di accentramento della Sanità a discapito delle periferie, oggi presentano un conto salatissimo che tutti i cittadini devono pagare”. Così il capogruppo della Lega in consiglio regionale Emilia-Romagna, il piacentino Matteo Rancan, questa mattina nel corso del presidio della Cisl sotto al palazzo della Regione.

“Anche prima della pandemia sapevamo che accentrare la sanità, chiudendo i presidi territoriali, sarebbe stato un errore. Ebbene, il Covid ha scoperto le carte e dimostrato quanto le parole profuse da Bonaccini in campagna elettorale sull’importanza della sanità territoriale siano rimaste lettera morta. Ora i problemi sono sotto gli occhi di tutti: su tutti, le liste di attesa interminabili e la precarietà del lavoro nell’ambito sanitario. Oggi più che mai è necessario investire sulla sanità territoriale e adottare misure reali per la diminuzione delle liste d’attesa” – sottolinea il capogruppo leghista.

“Assieme a Cisl abbiamo avviato un percorso di collaborazione che vuole individuare soluzioni e portare risposte ai problemi. Vogliamo un futuro migliore per tutti, a partire dai nostri figli, ed è per questo che stamattina siamo stati al fianco dei lavoratori, per sostenere le loro istanze: il nostro obiettivo è lavorare per costruire una sanità migliore” – conclude Rancan.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.