Virus West Nile ‘trovato’ ad Alseno, scattano le misure di contenimento anche a Parma

Più informazioni su

Accertamenti della Regione hanno evidenziato la circolazione del virus West-Nile in zanzare catturate in data 27 giugno in una trappola della rete di monitoraggio collocata in provincia di Piacenza (Comune di Alseno), trappola con valore sovra-provinciale che attiva gli interventi anche per la provincia di Parma.

A darne comunicazione è lo stesso Comune di Parma. Le misure adottate sono quelle previste dal piano sorveglianza arbovirosi della Regione Emilia-Romagna, quando viene prospettato – come in questo caso – un livello di rischio 2 (probabilità di epidemia bassa/moderata) per la Provincia di Parma. Viene quindi messa in atto una serie di interventi di controllo del vettore (zanzara Culex ossia zanzara comune), di prevenzione dell’infezione nell’uomo e negli equini e di comunicazione. Le azioni da adottare nei Comuni della Provincia di Parma, con particolare riferimento ai Comuni il cui territorio si estende nelle zone di pianura e/o in quelle pedecollinari e collinari, comprendono lotta antilarvale, attività di controllo alle attività effettuate dai privati, interventi adulticidi straordinari in occasione di manifestazioni con ritrovo di molte persone nelle ore serali in aree all’aperto, potenziamento degli interventi comunicativi incentrati sull’opportunità di proteggersi da punture delle zanzare (e in particolare della zanzara Culex, vettore del virus West Nile).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.