Contratto Funzioni Locali, firmata la preintesa. In regione coinvolti 42mila lavoratori

È stata sottoscritta il 4 agosto la preintesa per il rinnovo del CCNL delle Funzioni Locali 2019/2021. Un contratto che in Emilia-Romagna riguarda quasi 42.000 lavoratrici e lavoratori impegnati ogni giorno in 440 amministrazioni pubbliche: Comuni, Unioni, Province, Città Metropolitana, Regione, Camere di Commercio, Asp, Ipab, Consorzi.

“Pur maturato in un contesto economico tutt’altro che semplice – afferma la Funzione Pubblica CGIL Emilia-Romagna – si tratta di un contratto innovativo che dà risposte a molte esigenze di riqualificazione e valorizzazione del lavoro. Solo per citare alcuni dei temi più rilevanti ed attesi da anni: un nuovo, necessario, sistema ordinamentale; sviluppi di carriera; nuove sezioni contrattuali: educativo scolastico, servizi sanitari e socio – sanitari, personale iscritto ad Ordini ed Albi che si aggiungono a quella – rinnovata nei contenuti – della Polizia Locale; una nuova disciplina del lavoro a distanza; valorizzazione delle indennità; festivo infrasettimanale”. Ora la parola passerà a lavoratrici e lavoratori.

La FP CGIL è inoltre da subito impegnata per il nuovo contratto: “E’ necessario – evidenziano continuare a garantire diritti e salari, a maggior ragione in questo momento di grave difficoltà economica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.