“L’ora di regia”, a Bobbio la presentazione del libro di Gianni Amelio e Francesco Munzi

Venerdì 5 agosto alle 17 all’Auditorium di Santa Chiara di Bobbio i registi Gianni Amelio e Francesco Munzi, entrambi docenti di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, presentano il loro libro L’ora di regia (Rubbettino Editore, 2016), che di fatto è la trascrizione di una conversazione tra un ex allievo e un ex maestro sull’insegnare il cinema, una chiacchierata a cuore aperto che parte dalle aule del Centro Sperimentale e si allarga al senso del mestiere di regista.

L’appuntamento, organizzato per gli oltre cinquanta partecipanti al Seminario residenziale di Critica Cinematografica che compongono la giuria del Bobbio Film Festival, è aperto al pubblico e si lega al tema di quest’anno del festival, il rapporto tra Allievi e Maestri. La sera, poi, Amelio sarà nel Chiostro di San Colombano ospite del dibattito post proiezione di Piccolo corpo, opera prima della regista Laura Samani, già allieva di Amelio proprio al CSC. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

L’ora di regia. Le origini del libro risalgono all’autunno del 1997, quando un ventottenne Francesco Munzi da poco allievo del corso di regia al CSC, un po’ incerto sulla sua vocazione, incontra tra i docenti Gianni Amelio: il confronto con la sua idea di cinema funziona come un reagente, rimette in moto lo studente perplesso. Vent’anni dopo Amelio e Munzi si ritrovano insieme, e si mettono a parlare di regia, di insegnamento e di apprendimento. Quest’ultimo è reduce dal successo internazionale del film Anime nere, che ha tra l’altro vinto 9 David di Donatello e ha sempre considerato Amelio un modello ideale. Dunque. Per alcune settimane, nell’estate del 2015, i registi di due generazioni si sono incontrati da soli, davanti a un registratore, e hanno poi rivisto e riscritto decine di ore di conversazione, fino a produrre L’ora di regia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.