Pnrr, nuovo nido: in arrivo 1 milione e 300 mila euro a Fiorenzuola

Pnrr, nuovo nido: in arrivo 1 milione e 300 mila euro a Fiorenzuola – Premiata dal Miur lo proposta di realizzazione del futuro plesso scolastico Il Sindaco: “Successo importante, vogliamo rafforzare i servizi educativi”.

Importante successo per il Comune di Fiorenzuola d’Arda, risultato assegnatario, dal Ministero della Pubblica Istruzione, di un contributo di 1 milione e 300 mila euro – proveniente dai fondi europei del Next Generation EU – a seguito della presentazione della proposta di realizzazione di un nuovo asilo nido cittadino: il relativo bando, finalizzato al potenziamento dei servizi educativi territoriali, è inserito nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, nel cui ambito hanno ricevuto il finanziamento, in provincia di Piacenza, anche i Comuni di Borgotrebbia e Rottofreno, mentre altri otto Comuni – quelli di Carpaneto, Vernasca, Alta Valtidone, Caorso, Cadeo, Cortemaggiore, Castelvetro e Sarmato – sono stati ammessi con riserva ai finanziamenti rispettivamente richiesti.

Nella proposta redatta dai tecnici Luigi Galantin e Linda Gobbi, dell’Ufficio Tecnico Comunale, il futuro asilo nido verrebbe realizzato in un’area di proprietà comunale situata in via Guareschi, nel rispetto dei necessari standard in materia di “verde” attorno alla struttura: la superficie complessiva del nuovo edificio, di 900 metri quadrati (sugli oltre 3.500 oggetto dell’intervento), sarebbe funzionale ad ospitare tra i 55 e i 60 utenti.

IL COMMENTO DEL SINDACO – “L’ottenimento di questo importante finanziamento è un successo importante per la nostra Amministrazione Comunale: la realizzazione di un nuovo asilo nido sarà un beneficio significativo per i nostri bambini, le famiglie e l’intera comunità fiorenzuolana”, ha commentato il Sindaco di Fiorenzuola d’Arda, Romeo Gandolfi. “Tra i nostri compiti sul piano sociale ed educativo c’è quello di valorizzare l’offerta formativa e scolastica del territorio: l’occasione a noi offerta dal PNRR e dal Next Generation Eu si è rivelata preziosa in relazione alla nostra volontà di potenziare i servizi educativi offerti alla prima infanzia, attraverso la futura realizzazione del nuovo asilo nido, maggiormente funzionale rispetto a quello attuale, ormai datato e di dimensioni ridotte rispetto ai numeri e alle necessità delle famiglie fruitrici del servizio. Per l’ottenimento di questo importante finanziamento – ha concluso il Primo Cittadino – ritengo di dover ringraziare il personale dell’Ufficio Tecnico Comunale, in particolare il funzionario responsabile, ingegner Luigi Galantin, e l’architetto Linda Gobbi, che hanno redatto e curato la proposta, risultata tra quelle ammesse al finanziamento con un punteggio, 85, tra i più alti registrati in tutta la Regione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.