Scippatore piacentino arrestato in Romagna dalla Squadra mobile di Piacenza

E’ stata la testimonianza di una delle vittime a mettere gli investigatori sulle tracce del 29enne, residente nel piacentino, arrestato nelle scorse ore in provincia di Forlì – a seguito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Piacenza e svolta dalla Squadra Mobile della Questura di Piacenza – con l’accusa di aver compiuto diversi scippi ai danni di donne anziane a Piacenza.

Negli scorsi mesi nel capoluogo si sono infatti registrati diversi casi di furti con strappo di preziose collanine d’oro, commessi in particolare ai danni di anziane signore, che per strada venivano aggredite alle spalle da uno sconosciuto, il quale strappava loro il gioiello e si dava alla fuga. Le donne venivano raggiunte quando non c’erano testimoni, e solo fortuitamente non cadevano per terra in seguito allo strappo del bene. In una circostanza, è stato ricostruito come il malvivente abbia pedinato una donna di 83 anni fin dall’uscita da un supermercato cittadino, seguendola anche bordo dell’autobus ed aggredendola alle spalle una volta scesa nella via di casa, dopo essersi assicurato dell’assenza di testimoni.

“Proprio questa donna – riferisce la Questura -, lucida nonostante l’aggressione patita, riferiva alla Volante intervenuta di aver notato che il ragazzo che l’aveva aggredita era presente sia alla fermata del bus che a bordo del mezzo, pertanto la Squadra Mobile avviava un’ampia attività di analisi dei filmati di videosorveglianza pubblica e privata, riuscendo dapprima a verificare la dinamica dei fatti e ad estrapolare i fotogrammi dell’aggressore, per poi risalire anche alla sua identità anche grazie ad alcuni particolari tatuaggi dell’uomo ben ripresi dalle telecamere a bordo dell’autobus”.

Alla luce degli elementi raccolti, il GIP di Piacenza emetteva a carico dell’indagato la misura cautelare degli arresti domiciliari: il 29enne veniva immediatamente rintracciato in Provincia di Forlì ed arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Piacenza e della Questura forlivese. All’uomo, pluripregiudicato per reati commessi in prevalenza ai danni di anziani, vengono inoltre contestati due ulteriori furti con strappo di collanine, sempre avvenuti a Piacenza con dinamiche simili: sono tuttora in corso – spiegano gli inquirenti – indagini volte ad individuare eventuali ulteriori responsabilità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.