Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
07 dicembre 2017
'Innovatori responsabili', premiata Confersercenti Piacenza
07 dicembre 2017
La foto della premiazione
La Confesercenti di Piacenza ha ricevuto, presso la Florim Gallery a Fiorano Modenese, il premio “Innovatori Responsabili” da parte della Regione Emilia-Romagna per il progetto “Non sprechiamo-RicibiAMO” che ha creato una rete di 60 ristoratori del territorio che hanno adottato pratiche sostenibili rivolte alla prevenzione e riduzione dello spreco di cibo.

Attraverso la collaborazione attiva del centro di ricerca per lo sviluppo sostenibile di Piacenza “Piacecibosano”, ristoratori, Università cattolica e scuole alberghiere del territorio, oltre ad altri soggetti, sono stati coinvolti in incontri formativi, una campagna di comunicazione e sensibilizzazione orientata alla riduzione dello spreco alimentare e nell’adozione di pratiche virtuose, come la creazione e l’adozione della ‘family box’, kit per confezionare il cibo che i clienti non hanno terminato e intendono mangiare il giorno seguente a casa propria.
Nel 2018, il progetto prevede la realizzazione di workshop per la diffusione dei risultati raggiunti, la diffusione di dati sullo spreco di cibo nella fase di preparazione in cucina e di consumo a tavola e l’istituzione di un premio per la miglior ricetta innovativa anti spreco riservato a ristoratori e studenti.

Particolare soddisfazione, per il premio ricevuto è stata manifestata dal vice Direttore della Confesercenti di Piacenza Fabrizio Samuelli – che ha ritirato il premio insieme alla dottoressa Miriam Bisagni di Piace Cibo Sano. “Il nostro auspicio è che questo premio – osserva Samuelli – saprà ulteriormente sviluppare e diffondere le pratiche antispreco, grazie al lavoro ed impegno di tutti partner, anche negli altri territori della regione e agli esercizi commerciali oltreché della ristorazione per sviluppare una corretta pratica virtuosa”.

Il premio “Innovatori Responsabili” è stato istituito dalla legge regionale n. 14 del 2014 e punta a valorizzare le esperienze più significative realizzate da singole imprese o associazioni di imprese e di rappresentanza, senza scopo di lucro, che operano in Emilia-Romagna per lo sviluppo sostenibile.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: