Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
03 marzo 2017
Coni, pioggia di medaglie al rugby, canottaggio e motori I PREMIATI
03 marzo 2017
i premiati
I fratelli Cremona e Lovotti
Piacenza Auditorium Coni Point : pioggia di medaglie al rugby, canottaggio e automobilismo. Per la motonautica premiati i fratelli Cremona - La nota stampa

Venerdì 3 marzo, tanti gli atleti che si sono ritrovati presso il Coni Point di Piacenza per l’appuntamento più importante di uno sportivo: la consegna delle medaglie al Valore Atletico.

Onorificenze nazionali queste che il Comitato Olimpico Italiano consegna ogni anno ad atleti che abbiamo conseguito risultati di eccellenza nei Campionati Italiani, nei Campionati Europei, ai Mondiali o che hanno partecipato ai Giochi Olimpici.

Una folta e bella rappresentanza dello sport piacentino, quella presente in sala; tanti i campioni all’appello e tra gli ospiti, anche i ragazzi del Liceo Scientifico Sportivo Ministeriale Lorenzo Respighi di Piacenza, istituto quest’ultimo che vanta da anni una bella collaborazione col Coni a favore tutti i ragazzi del liceo che svolgono attività sportiva.

A tale proposito Robert Gionelli, delegato Provinciale Coni, ha rivolto un ringraziamento particolare al corpo docente e al dipartimento di educazione fisica. A fine premiazione i campioni hanno interagito con i ragazzi del liceo con una chiacchierata libera, senza canovacci, per raccontare l’esperienza da atleta e come hanno si coniuga la vita da studente con quella sportiva.

A premiare i Campioni alcuni nomi noti della dirigenza sportiva: Presidenti Federali come Giovanni Cerioni (Fed. Federciclismo), Guido Pagani (Fed. Atletica Leggera), Ezio Cremona (Consigliere Naz. Federaz Italiana Motonautica).

Sedici, complessivamente, gli atleti piacentini, o tesserati per Associazioni Sportive piacentine, a cui è stata consegnata la Medaglia al Valore Atletico, tra i premiati:

Due medaglie d’argento al valore atletico per Daniele Frontoni (3° classificato al campionato mondiale di motonautica classe O 125 nel 2014 e 2° classificato nel 2015)
Medaglia d’oro al valore atletico per Claudio Fanzini (Campione del Mondo classe O 350 nel 2014)
Medaglia d’oro al valore atletico per Alessandro Cremona (Campione del Mondo classe O 350 nel 2015)

Due onorificenze d’argento al valore atletico per Massimiliano Cremona (3° classificato nel Campionato del mondo classe O 350 nel 2014, 2° classificato al Campionato Mondiale classe O.250 nel 2016)

E poi ancora:
Medaglia di bronzo al valore atletico Stefano Fantesini (primo classificato al Campionato Italiano automobilismo formula Challenge 2015)
Medaglia di bronzo al valore atletico Maurizio Aiolfi (Camp Italiano automobilismo auto storiche regolarità 2015)
Medaglia di bronzo al valore atletico Tommaso Rossi (Campione Italiano canottaggio sedile fisso categoria due di coppia nel 2014)
Andrea Lovotti Campione Italiano di Rugby atleta della Nazionale cresciuto sportivamente nelle giovanili della squadra piacentina del Gossolengo, ha raggiunto la kermesse dei campioni dopo aver finito il suo allenamento a Parma. 

In occasione della premiazione degli sport motoristici, Gionelli fa notare come da parecchi anni Piacenza sia diventata la capitale Italiana della Motonautica: sia grazie ai risultati ottenuti da campioni italiani e mondiali, sia grazie alle società sportive presenti. Ricorda a tale proposito l’Ass.ne Sportiva Motonautica San Nazzaro di cui Ezio Cremona è Presidente. 

A chiudere la premiazione prima della chiacchierata tra atleti e studenti, Stefano Perrucci Consigliere della provincia di Piacenza con delega allo sport: “Provo emozione e orgoglio per il mondo locale, che eccelle a livello nazionale europeo e mondiale” queste le parole con cui il Consigliere Perrucci ha ringraziato tutti i campioni che fanno di Piacenza un’eccellenza unica. 

“Siete una risorsa per il nostro territorio e un esempio di fair play, rispetto delle regole e degli avversari per i nostri giovani studenti”. Si rivolge ai campioni presenti, rimarcando i sacrifici e gli sforzi economici che molti di loro sopportano regolarmente, per poter praticare la propria disciplina sportiva; valore quest’ultimo che sottolinea la passione per lo sport. Mette inoltre l’accento sulla mancanza di campionesse femminili, invitando le numerose atlete piacentine a dimostrare negli anni che verranno la loro valenza e importanza.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: