Quantcast
30 anni Rosso Tiziano

30 anni della Galleria Rosso Tiziano

08/12 » 31/12/19

EVENTO GRATUITO
: Spazio Rosso Tiziano - Spazio Rosso Tiziano, Via Taverna Giuseppe, Piacenza, PC, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

MOSTRA 30° DI SPAZIO ROSSO TIZIANO – 1989 -2019

In esposizione fino al 31 dicembre 2019 le opere di 70 artisti, fra i tanti che in questi trent’anni con le loro mostre hanno lasciato il segno. Inaugurazione 8 dicembre 2019 ore 17.30

Orari: tutti i giorni (festivi compresi) dalle 15.30 alle 19.15. Chiuso il 25 e 26 dicembre

In trent’anni di attività di Rosso Tiziano (1989-2019) è stata presentata l’arte contemporanea in tutte le sue tendenze attraverso oltre 26o mostre e questa del 30° è una antologica con settanta opere di parte degli artisti, che hanno esposto in questa chiesa medioevale (anno 1125) trasformata in ammirevole contenitore di cultura e che hanno tenuto importanti rassegne anche in altre città italiane ed europee; in questo modo guardando ai grandi, scoprendo artisti giovani e ripresentando i veterani, ha avuto una funzione di conoscenza e informazione, che le istituzioni pubbliche non avevano la possibilità di offrire.

Non pochi artisti qui presentati sono passati anche per la Galleria di Antonio Braga (1966-2002), il precedente qualificante strumento di osservazione, che ha tenuto la cultura piacentina aperta sul variegato panorama artistico italiano. Inoltre molti di essi sono partiti dalla frequentazione della Scuola d’Arte Gazzola, assumendo inizialmente indirizzi dai maestri per lo più piacentini, e muovendo dalla conoscenza della prestigiosa Galleria Ricci Oddi, che è sempre rimasta come il molo di imbarco per il mare ondoso e pieno di gorghi dell’arte contemporanea.

Nella mostra con 70 opere di pittori e scultori che hanno esposto nella Galleria sarà possibile rivisitare le principali tendenze artistiche attuali attraverso le singole opere partendo dal realismo fantastico, che ha inaugurato il tracciato della iconografia rinnovata e immaginata con ironia e favola e che ha generato numerosi seguaci con propria originalità; accanto a questo storico filone si presentano gli interpreti della realtà del tempo presente attraverso personaggi e ambienti ben focalizzati e gli esponenti dell’informale, emergenti con distinte soluzioni di espressionismo cromatico a grande effetto; un ridotto gruppo di multiformi astrattisti conclude la rassegna della pittura.

Tra gli scultori, oltre alla ripresa della tradizione naturalistica in forme diversificate, compaiono richiarni al fantastico e alla rappresentazione giocosa di soggetti inventati, ma anche nuove versioni iconografiche ispirate ai canoni classici; anche in questa sezione sono presenti opere che trascendono l’astratto e il simbolico. Una mostra epocale, che riapre lo scenario dell’arte contemporanea.

Stefano Pronti

ARTISTI

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!