45 parallelo

45° Parallelo. Un punto di partenza – “Conversazione con Andrea Vitali”

03/10/20

: Teatro Serra - Parco raggio, Via Eugenio Montale, Pontenure, PC, Italia - Inizio ore 15.30

“45° Parallelo – Un punto di partenza”: è il titolo di un nuovo progetto che porterà al Teatro Serra di Pontenure (Piacenza) una serie di iniziative aventi come filo conduttore quello del cammino. Tutti gli appuntamenti si svolgeranno all’aperto; in caso di maltempo saranno spostati presso il cinema OMI.

LA PRESENTAZIONE45° Parallelo: un confine? Un punto di partenza? Un’idea? Di certo una suggestione da raccogliere considerato che il Teatro Serra di Pontenure si trova esattamente a quella latitudine. Un luogo a metà che consente di udire voci lontane e di raccontare le nostre storie certi che qualcuno sia in ascolto, un luogo da cui ogni meta appare più vicina e che invita alla partenza.

Un’occasione per far vivere il Teatro Serra, gioiellino in stile Liberty una volta dimenticato ed ora perfettamente funzionale pronto a divenire un punto di riferimento culturale per l’intera comunità piacentina. A tale obiettivo si confaceva precisamente il bando 2020 sulla legge 37/94 della Regione Emilia-Romagna, cui il comune di Pontenure ha partecipato ottenendo un finanziamento che ha permesso unitamente al contributo concesso dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano di concretizzare il progetto.

Parleremo di viaggi reali e fantastici, fatti tra pianure e monti, all’interno dell’anima o a ritroso nel tempo e le note del gruppo Enerbia ci accompagneranno il nostro viaggio, illuminando paesi vicini e lontani. Saremo in tanti sul 45° parallelo: associazioni, scuole, viaggiatori, di gamba e di mente, curiosi, persone di ogni età; ci sentiremo come su un crinale dal quale mente ed occhi possono viaggiare liberi e lontani e ci accompagnerà l’illusione di essere per un po’ al centro del mondo”.

3 OTTOBRE ORE 15,30

SULLE RIVE DEL LAGO. CONVERSAZIONE CON ANDREA VITALI
Andrea Vitali in campo letterario esordisce nel 1990 con il romanzo breve Il procuratore (Premio Montblanc per il romanzo giovane). Nel 1996 vince il Premio letterario Piero Chiara con L’ombra di Marinetti, ma il vero successo giunge nel 2003 con Una finestra vista lago (Premio Grinzane Cavour e Premio Bruno Gioffrè 2004). Nel 2004 gli è stato assegnato il Premio Dessì, sezione narrativa, per il romanzo La signorina Tecla Manzi. Nel 2006 ha vinto il Premio Bancarella con il romanzo La figlia del Podestà. Nel 2008 ha vinto il Premio Boccaccio per tutta la sua produzione narrativa e in particolare per La modista, con cui ha ottenuto anche il Premio Hemingway. Il suo romanzo Almeno il cappello ha vinto il Premio letterario La Tore Isola d’Elba, il Premio Procida-Isola di Arturo-Elsa Morante ed è stato tra i finalisti sia allo Strega che al Campiello 2009. I suoi libri sono stati tradotti in Francia, Germania, Polonia, Serbia, Grecia, Romania, Portogallo, Paesi 
Bassi, Belgio, Spagna, Ungheria, Giappone e Turchia.

Info e prenotazioni:

Biblioteca Comunale (0523/511504)

Ufficio Cultura (338/9960127)

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!