Quantcast
Preghiera in mare

EstateFarnese – “Preghiera in mare”

13/06/21

EVENTO GRATUITO
: Palazzo Farnese - Palazzo Farnese, Piazza della Cittadella, Piacenza, PC, Italia - Inizio ore 21.30
  • biglietteria@teatrogiocovita.it
  • Tel. 0523-3315578

Attenzione l'evento è già trascorso

Il cortile monumentale di Palazzo Farnese sarà la scenografia, sotto il cielo stellato, della prima edizione di #EstateFarnese, che vedrà alternarsi dal 10 giugno al 13 settembre spettacoli, concerti, danza, prosa, lirica e teatro, oltre al cinema all’Arena Daturi.

Alcuni appuntamenti saranno ad ingresso gratuito, altri prevedono un biglietto che contribuirà a sostenere i costi di realizzazione dello spettacolo. La biglietteria serale sarà operativa a Palazzo Farnese per due ore, nel giorno dell’evento, da tre ore prima a un’ora prima dell’inizio della rappresentazione. In alternativa, è possibile rivolgersi alla biglietteria di Teatro Gioco Vita, in via San Siro 9, aperta da mercoledì a sabato dalle 10 alle 13 (tel. 0523-3315578, biglietteria@teatrogiocovita.it).

Domenica 13 giugno, ore 21:30

Spettacolo teatrale, rassegna Klimt’s Ladies – “PREGHIERA IN MARE”

Stefania Rocca: voce recitante | Raffaele Casarano: sassofoni | Antonio Fresa: pianoforte

Uno spettacolo essenziale, che non è teatro ma è anche teatro, non è un concerto ma è anche un concerto. Condivisione, accoglienza, diversità, solidarietà e la cultura a fare da ponte, con testi e musiche sul tema delle migrazioni e della libertà dell’uomo, con uno sguardo particolare alla condizione femminile. Un palco spoglio, una sedia, un leggio, microfoni, pianoforte e sax, e alcune proiezioni alle spalle, per “parlare di immigrazione, di come è difficile integrarsi oggi in una società così complessa”, utilizzando anche testi tratti dal libro di Gian Maria Testa “Da questa parte del mare”, da “On the road” di Jack Kerouac e da “Promised land” di Bruce Springsteen. Stefania Rocca, accompagnata al sax da Raffaele Casarano e al pianoforte da Antonio Fresa pensa a Shakespeare, che “ha abbattuto i confini”. Certo, pensare a un mondo ideale di pace e convivenza può sembrare un pensiero naif: “Siamo diventati tanto cinici da non riuscire più a sognare e tantomeno a percepire i sogni di queste persone che immaginano un futuro migliore spinte da bisogni veri, reali”. Per questo, “proviamo a tornare a sognare. Tutti insieme”.

STEFANIA ROCCAAttrice. Torinese, Figlia di un dipendente della Fiat (un capo della sorveglianza) e di una disegnatrice di moda, da adolescente ha studiato pianoforte, danza (al Teatro Stabile di Torino) e canto. Si trasferisce a Roma, nel 1993 inizia a frequentare, grazie ad una borsa di studio, il Centro Sperimentale di Cinematografia. Nel 1995 recita in “Cronaca di un amore violato”, di Giacomo Battiato e alla fine dello stesso anno accetta l’offerta di Gabriele Salvatores di interpretare Naima nel film “Nirvana” (1997). Apprezzata anche all’estero ha recitato in “Il talento di Mr. Ripley” (1999) di Anthony Minghella, “Pene d’amor perdute” (2000) versione musicale del dramma shakesperiano diretto da Kenneth Branagh, “Hotel” (2001) di Mike Figgis, “Heaven” di Tom Tykwer. Il 2002 è l’anno della sua consacrazione tra le interpreti italiane di maggior talento grazie alla sua interpretazione in “Casomai” di Alessandro D’Alatri, che le vale le candidature al David di Donatello e al Nastro d’argento, entrambe come miglior attrice protagonista. Nel 2004 è candidata ancora una volta al Nastro d’argento, ma come miglior non protagonista, per “La vita come viene” di Stefano Incerti e ottiene grande attenzione per il film di Carlo Verdone, “L’amore è eterno finché dura”. L’anno successivo è tra gli interpreti di “Mary” di Abel Ferrara (Premio Speciale della Giuria alla 62ma Mostra Internazionale del Cinema di Venezia). Nel 2006, protagonista de “La bestia nel cuore” di Cristina Comencini, ottiene la nomination come miglior attrice non protagonista al David di Donatello.

Nel 2011 interpreta la fiction televisiva “Edda Ciano e il comunista”, insieme ad Alessandro Preziosi e nel 2012 è uno dei personaggi principali di “Una grande famiglia”, serie televisiva di Rai 1, a fianco di Stefania Sandrelli, Gianni Cavina e Alessandro Gassmann. Nel 2014 Stefania Rocca prende parte al film “Scusate se esisto!” con Raoul Bova e Paola Cortellesi. Nel 2017 è protagonista della miniserie su Rai 1 “Di padre in figlia” al fianco di Alessio Boni e Cristiana Capotondi. Nel 2018 prende parte alla tredicesima edizione del talent show di Rai “Uno Ballando con le stelle”.

RAFFAELE CASARANOOttimo sassofonista, Raffaele Casarano nel corso degli anni ha condiviso le scene le scene con moltissimi artisti: Paolo Fresu, Buena Vista Social Club, Javier Girotto, Manu Katché, Jim Watson, Massimo Manzi, Andrea Braido, Giovanni Imparato, Lincoln Goines, Mark Soskin, Benjamin Henocq, Nguyen Le, Daniele Di Bonaventura, Bebo Ferra, Mimi Verderame, Yuri Goulbev, Tino Tracanna, Maurizio Giammarco, Roberto Ottaviano, Eddy Palermo, Meridiana multi_jazz orchestra, Ensemble Notte Della Taranta, Eugenio Finardi, Paola Turci, Franco Califano, Omar Pedrini, Giuliano Sangiorgi, Gaetano Curreri, Stadio, Mario Rosini, Moni Ovadia, Nicola Conte, Gian Maria Testa, Bebo Ferra, Stefano Bagnoli, Serena Dandini, Luca Bianchini, Don Pasta e altri. Nel 2004 nasce Locomotive il quartetto costituito dallo stesso Raffaele Casarano (alto-soprano sax) che vede come suoi compagni di viaggio grandi musicisti del panorama jazzistico nazionale, Ettore Carucci (piano) Marco Bardoscia (contrabbasso) Alessandro Napolitano (batteria), con i quali realizza una serie di concerti e partecipazioni a trasmissioni televisive e radiofoniche e a Festival. I “Locomotive” hanno inciso di versi album e ottenuto molti successi in Italia e all’estero nel loro genere.

ANTONIO FRESA Inizialmente assistente musicale di Savio Riccardi, per la colonna sonora televisiva “Elisa di Rivombrosa”, dedica al cinema e alla discografia scrivendo per vari registi e come produttore artistico ed arrangiatore per diversi artisti. Inizia l’attività di compositore di colonne sonore con il film di Antonietta De Lillo, “Non è giusto”, ottenendo il Premio di Qualità per le musiche riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali. Per Hernán Belón scrive le musiche di “El campo”, che ha partecipato alla 68ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Per Nicola Barile, scrive le musiche del medio metraggio “Cantata dei Pastori”. Per Alessandro Rak compone le musiche del film d’animazione “L’arte della felicità”. Per Lucio Fiorentino, compone le musiche di “Core & Sang”. Per Stefano Incerti, compone le musiche originali del film “La parrucchiera”. Per Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone scrive le musiche originali del film “Gatta Cenerentola”. Ha al suo attivo collaborazioni al pianoforte con Carl Anderson, Nino Buonocore, Joe Barbieri, Stacey Kent, Kantango, Pilar, Daniela Nardi, Flabby e Bungaro.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!