PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Arazzo Galleria Alberoni

Il filo del racconto e i segreti del filo

28/10/18

EVENTO A PAGAMENTO
: Galleria Alberoni Galleria Alberoni, Via Emilia Parmense, Piacenza, PC, Italia - Inizio ore 16

Attenzione l'evento è già trascorso

Dopo il successo della rassegna Natura in arte, la Galleria Alberoni propone un evento interamente dedicato alla straordinaria collezione di arazzi fiamminghi alberoniani, certamente una delle collezioni più importanti d’Italia.

L’iniziativa è programmata in occasione, della mostra I Dipinti Nascosti di Aubusson, allestita alla Galleria Spazi Arte di Piacenza, che espone una pregiata selezione dei cartoni dipinti realizzati come modelli per i capolavori tessili delle manifatture di Aubusson.

Domenica 28 ottobre 2018 sono in programma due originali appuntamenti dedicati ai capolavori tessili del Collegio Alberoni: alle ore 16 avrà inizio la visita guidata speciale intitolata Il filo del racconto (ingresso ridotto €. 4,50; per i visitatori della mostra I dipinti nascosti di Aubusson ingresso ridottissimo €. 3,50), che condurrà i visitatori alla scoperta dei 18 capolavori che costituiscono la collezione di arazzi del Cardinale: le storie narrate per trame e orditi, gli arazzieri e i cartonisti.

Al termine della visita guidata, alle ore 17.15, sempre nella Sala degli Arazzi, avrà inizio una conversazione al telaio, intitolata I segreti del filo, che vedrà protagonista Tiziana Benzi, restauratrice di arazzi con interventi e collaborazioni con le più importanti Istituzioni italiani. L’ingresso alla conversazione è gratuito.

Tramite l’ausilio di un telaio montato sul palco della Sala degli Arazzi, la restauratrice svelerà e racconterà ai presenti tutti i segreti delle tecniche di tessitura che permettono, partendo dal semplice intreccio di fili colorati, di raggiungere la perfezione e la bellezza assoluta di capolavori tessuti come quelli alberoniani.

Una domenica speciale e da non perdere per immergersi nella bellezza dell’arte tessile e scoprirne tecniche e segreti.

L’iniziativa è promossa da Opera Pia e Collegio Alberoni, in collaborazione con Galleria Spazi Arte (Viale Malta, Piacenza) e ALVY Cartoons de Tapisserie, la più importante collezione in Italia di Cartons de Tapisserie.

Alla Galleria Spazi Arte di Piacenza è stata infatti inaugurata, lo scorso il 13 ottobre, un’interessante mostra intitolata I Dipinti Nascosti di Aubusson, che espone una pregiata selezione dei cartoni dipinti realizzati come modelli per i capolavori tessili delle manifatture di Aubusson.

I Cartoni d’Aubusson sono preziosi manufatti in scala 1/1 realizzati a tempera oppure a olio; opere d’arte realizzate da artigiani specializzati, les peintres cartonniers e utilizzati dal tessitore come modello per l’arazzo nelle manifatture ad Aubusson, un piccolo paese della campagna francese. Sono passati sei secoli e la tradizione, tinta d’innovazione, ha mantenuto viva questo savoir-faire divenuto ai giorni nostri Patrimonio Immateriale Culturale dell’Umanità. Dietro un arazzo si nasconde sempre un disegno, la sua anima speculare, la partenza di un lungo viaggio che guiderà l’arazziere nella realizzazione dell’opera tessile.

Per soddisfare una clientela esigente, i modelli seguivano i canoni di bellezza di ogni epoca: ad Aubusson si è sempre fatto arte contemporanea. Dalla fine dell’800 all’inizio del ‘900 questi disegni creano veri e propri dipinti con un linguaggio artistico particolare, realizzati da pittori conosciuti e sconosciuti che hanno contribuito a fornire i temi d’ispirazione: millefiori e verdure, scene pastorali e mitologiche, composizioni floreali e scene galanti.

La mostra è visitabile, presso la Galleria Spazi Arte, fino al 4 novembre, dal lunedì al sabato, dalle 9:30- 12:30 – 15:30-19:00.

Gli straordinari arazzi alberoniani – Pregevolissima, per numero e qualità dei pezzi, la collezione è composta da diciotto superbi capolavori, suddivisi in tre serie diverse: gli otto pezzi della Serie di Enea e Didone, tessuti dall’arazziere Michel Wauters di Anversa intorno al 1670 su cartoni di Giovan Francesco Romanelli, gli otto pezzi della Serie di Alessandro Magno, tessuti da un ignoto arazziere fiammingo attivo a Bruxelles nella seconda metà del Seicento (forse Jan Leyniers) su probabili cartoni di Jacob Jordaens, e infine i due arazzi più antichi e preziosi, quelli della cosiddetta Serie di Priamo: due pezzi in lana e seta dalle dimensioni eccezionali, con due sontuose raffigurazioni: un Corteo regale sul primo e un Ricevimento con banchetto di nozze sul secondo.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!