PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Scultura lignea di Erminio Tansini (foto di Davide Tansini)

Mostra fotografica “Concrete illusioni”

28/05 » 29/06/19

EVENTO GRATUITO
: Biblioteca Passerini – Landi Biblioteca Passerini-Landi, Via Giosuè Carducci, Piacenza, PC, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

S’intitola “Concrete illusioni” la mostra fotografica aperta fino al 29 giugno presso la Biblioteca Passerini Landi di Piacenza. L’esposizione presenta una selezione d’immagini dedicate all’attività scultorea dell’artista Erminio Tansini.

Da circa un trentennio l’autore ha impostato la propria ricerca sull’informalismo. Le sue statue (prodotte in bronzo on in legno) sviluppano il tema della pareidolia: compongono intrecci, sagome e masse apparentemente casuali (in realtà, accuratamente studiate) in cui appaiono profili riconoscibili (e sempre cangianti).

Concrete illusioni esamina le opere in legno, che Tansini compone utilizzando rami, ceppi, tronchi e radici. Si tratta di legno trascinato dalle frane, trasportato dalle correnti, levigato dall’acqua e delle rocce, che l’autore seleziona sui greti dei torrenti e sulle spiagge marine. Gran parte dei materiali lignei che Erminio Tansini utilizza proviene dall’Appennino settentrionale: soprattutto, Cinque Terre, Valtrebbia e Valtaro; saltuariamente, Lunigiana, Valnure e Valtidone. L’artista rigenera questo legno, conservandone quanto più possibile la caratteristica naturalità.

Tansini ha cominciato a realizzare le proprie sculture lignee all’inizio degli Anni ’90; tuttavia, il loro debutto espositivo è avvenuto solo nel 2017, con la partecipazione dell’artista alla 57a Biennale di Venezia.  Il tema della rigenerazione è presente anche nelle locations delle fotografie esposte nella mostra piacentina, tutte scattate sui sets della serie itinerante “Forme sfuggenti”. Dal 2018 questa rassegna scenarizza le sculture lignee di Tansini in posti quali castelli, corsi e specchi d’acqua, paesaggi rupestri e siti archeologici.

Affini al carattere scarno ed essenziale delle statue tansiniane, questi luoghi sono poco utilizzati per manifestazioni culturali ed espositive di tipo tradizionale: i sets fotografici di “Forme sfuggenti” li recuperano allo spazio artistico. La serie sta svolgendosi in Italia, Svizzera e Francia. Ha fatto tappa anche a Piacenza e nel Piacentino (Bobbio, Monticelli d’Ongina, Ponte dell’Olio, Travo), oltre che in varie località limitrofe fra Alessandrino, Cremonese, Lodigiano, Parmense e Pavese.

Concrete illusioni è curata da Davide Tansini: figlio dell’artista stesso, è anche direttore della rassegna “Forme sfuggenti”. Questa personale è il terzo appuntamento della serie “Chimere”.

Sede: Piacenza, Biblioteca Passerini Landi (Via Carducci, 14).

Ingresso libero. Orari: lunedì 14-19, martedì-sabato 9-19.

(foto di Davide Tansini)

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!