Quantcast
Ornette Coleman

Piacenza Jazz Fest – Speciale Ornette Coleman

23/10/21

EVENTO GRATUITO
: Milestone Jazz Club - Associazione Culturale Piacenza Jazz Club, Via Cornelio Musso, Piacenza, PC, Italia - Inizio ore 15

Attenzione l'evento è già trascorso

Sabato 23 ottobre al Milestone si susseguiranno una serie di iniziative che avranno come filo conduttore la figura di Ornette Coleman. A fare da prologo sarà alle ore 15 la conferenza del musicista Maurizio Giammarco dal titolo “Sonny Rollins e Ornette Coleman. Due coetanei a confronto” e si proseguirà alle 16.30 con il vero e proprio Speciale che prevede il concerto del gruppo Shape X, guidato da Monica Agosti alla voce, con il programma “Ornettiana” e, a seguire, la proiezione del film “Ornette: Made in America” di Shirey Clarke. L’ingresso per questi eventi è libero ma con prenotazione obbligatoria contattando la sede del Piacenza Jazz Club nei pomeriggi feriali dalle 15 alle 19.30 e il sabato mattina dalle 10 alle 12.30. Sono garantite tutte le misure in termini di sicurezza richieste per gli spettacoli dal vivo.

Il riferimento a Ornette Coleman del nuovo quintetto di Monica Agosti, “ShapeX” è evidente fin dal nome, che non è solo la sintesi tra i titoli di due dischi importanti nella storia del saxofonista – il suo “The Shape Of Jazz to Come” e l’ardito “Song X” in collaborazione con Pat Metheny – ma evoca anche la visione musicale di tutti i giovani componenti del gruppo, i quali prediligono una musica libera da schemi, la cui forma non è univocamente etichettabile e incasellabile in uno stile definito, ma una ‘forma X’ appunto. “Ornettiana” è la suite che la cantante ha pensato per condurre un’esplorazione di brani inusitati, presi della ricca e variegata discografia che Coleman ha inciso in 57 anni di carriera. Grazie alla collaborazione con la casa distributrice Reading Bloom, verrà proiettato l’importante documentario “Ornette: Made in America” girato nel 1985 dalla regista indipendente Shirley Clarke, autrice di un pregevole spaccato sulla vita dell’artista. Il film, l’ultimo della grande regista americana, cattura l’evoluzione artistica e personale del musicista-pioniere tra gli anni ’60 e gli anni ’80, rifuggendo dallo stile del documentario tradizionale, per riflettere il linguaggio sperimentale cha ha pervaso la musica di Coleman così come il cinema della Clarke.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!