Quantcast
Dread Inna Inglan

Presentazione libro “Dread Inna Inglan”

17/09/21

EVENTO GRATUITO
: Spazio 4.0 - Via Alessandro Manzoni, 21, Piacenza, PC, Italia - Inizio ore 21.30

Attenzione l'evento è già trascorso

Venerdì 17 settembre 2021 ore 21.30
DREAD INNA INGLAN – Presentazione libro con l’autore + DJ Set ONE DROP WALRUS & EMX
Spazio4.0, Via Manzoni 21, Piacenza

E’ arrivato il terzo weekend di settembre e di Roundabout, la rassegna di eventi di Spazio4.0, il Centro di Aggregazione Polivalente del Comune di Piacenza di via Manzoni 21: ad aprirlo l’evento di venerdì sera alle 21.30, la presentazione del libro “Dread Inna Inglan. Identità, musica e lotte politiche della controcultura Black British (1948-1981)” Red Star Press, 2021, un talk con l’autore Fabio Fantazzini, moderato da Antonio Bacciocchi e Marco Botti e organizzato da Alphaville Independet Record Store in collaborazione con Spazio4.0.

Antonio Bacciocchi presenta così “Dread Inna Inglan”: “Nel libro la storia dell’immigrazione in Inghilterra dalle West Indies (Giamaica, Trinidad, Brabados, Grenada etc) colonie ed ex colonie britanniche. Dal simbolico arrivo a Tilbury, sul Tamigi, della nave Empire Windrush, il 21 giugno 1948 con i primi giamaicani, al successivo e progressivo insediamento di centinaia di migliaia di sudditi dell’Impero, ben presto stranieri in patria. A cui seguì lo straniamento di essere rifiutati da quella che erano stati educati a considerare la “madre patria” e i cui figli, nati in Inghilterra, vedono un potenziale ritorno nelle terre dei genitori come un’emigrazione in terra straniera. Gli attacchi alla popolazione nera a Notting Hill nel 1958 certificano “l’esistenza del razzismo” e “sferrano un colpo simbolico a quell’English Dream custodito dai migranti afro-caraibici che per la maggior parte della popolazione inglese rimangono comunque migranti stranieri che realizzano di essere semplicemente “negroes, blacks o West Indians”.

“Nasce il “new racism”: “le differenze non si giocano più sul piano biologico ma su quello culturale”. Gli immigrati portano con sé calypso, ska, rocksteady, reggae e lo stile rudeboy che si inseriscono nella musica e cultura britannica e la cambiano radicalmente. Un libro essenziale che si addentra alla perfezione e con uno spessore culturale di altissimo livello, in un contesto mai sufficientemente esplorato”.

A seguire, fino alle 24:
DJ Set ONE DROP WALRUS + EMX

Dalle origini del jamaican ska della fine degli anni 50, fino ad arrivare alle ultime sperimentazioni sonore dub made in UK, il dj set è impostato come un racconto parallelo al libro, un viaggio in musica come perfetta colonna sonora dei fenomeni socio/culturali descritti nell’opera presentata.

Ingresso gratuito, su prenotazione, con Green Pass. Prenotazioni obbligatorie a questo link: https://www.eventbrite.it/e/166292073067. Necessario indicare email, nome e cognome e telefono (necessari per verifica e tracciamento per nome anti covid19, i dati personali non verranno trattenuti per altri scopi ne dagli organizzatori nella dalla piattaforma Eventbrite). Massimo 2 posti prenotabili per email/persona. Non è necessario né stampare né scaricare il biglietto elettronico gratuito fornito dalla piattaforma Eventbrite:  i nominativi saranno verificati in loco al momento del check-in.

Per info: www.comune.piacenza.it/spazio4 e profili social di Spazio4.0: pagina Facebook Spazio4 Piacenza e account Instagram @spazio4piacenza.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!