Quantcast
Un organo

San Giorgio in Sopramuro – Concerto di Natale con Enrico Viccardi

22/12/18

: - Inizio ore 21

Attenzione l'evento è già trascorso

Sabato 22 dicembre alle ore 21 si terrà nell’oratorio di San Giorgio in Sopramuro (San Giorgino, per tutti i piacentini, in via Sopramuro 63) il tradizionale concerto di Natale organizzato dall’Accademia Maestro Raro in collaborazione con la Confraternita della Beata Vergine del Suffragio; al prezioso organo Bossi Urbani del 1882 siederà Enrico Viccardi.

La serata si aprirà con un brano di un Anonimo spagnolo dei primi anni del diciottesimo secolo, ovvero le Diferencias sobre la Gaita, una composizione che si sviluppa variando con grande fantasia una tradizionale melodia che si suonava proprio su una cornamusa.

I tre brani che seguono sono invece in un certo senso un omaggio all’Italia fatto da compositori d’oltralpe, ad iniziare dalla celebre Corrente italiana di Juan Cabanilles (1644-1712); dopodiché si potrà ascoltare il conosciutissimo Concerto Italiano (Concerto nach italienischem Gusto BWV 971) di Johann Sebastian Bach (1685-1750) e quindi due arie dal Rinaldo di Georg Friederic Handel (1685-1759), prima opera in lingua italiana scritta dal sassone in Inghilterra, trascritte per tastiera da William Babell (Lascia ch’io pianga e Or la tromba).

Di carattere prettamente natalizio sono le variazioni di Johann Christoph Friedrich Bach (1732-1795) che si ascolteranno a seguire: proprio “Morgen kommt der Weihnachtsmann” è il nome dell’aria che serve da tema per questa fresca composizione.

Non può mancare quindi Padre Davide da Bergamo (Felice Moretti, 1791-1863) che con il suo brillante Concertino per Flutta e Viola d’accompagnamento metterà in luce l’anima romantica dello strumento. Due composizioni su dei Noël di Alexandre Guilmant (1837-1911), ovvero l’Offertoire sur le Noël “Joseph est bien marié” ed il dolcissimo Noël écossais (communion) condurranno alla conclusione della serata affidata a tre offertori tratti dall’opus 115 di

Jean-Marie Plum osm (1899-1944) il XVII Allegretto poco mosso (Noël Wallon), il suggestivo XI Adagio pastorale ed il I Maestoso.

L’ingresso è libero.

Enrico Viccardi, nato nel 1961 a Maleo, si è trasferito dopo pochi anni a Codogno, dove tuttora risiede. Si è diplomato con il massimo dei voti in Organo e Composizione organistica al Conservatorio di Piacenza nella classe di Giuseppina Perotti, perfezionandosi poi con M.Radulescu alla Hochschule für Musik di Vienna.

Ha seguìto quindi numerosi corsi di perfezionamento con artisti quali E.Fadini, C.Tilney, J.Langlais, D.Roth e in particolare quelli tenuti da L.F.Tagliavini all’Accademia di Pistoia. L’attività concertistica lo ha portato a suonare per rassegne ed associazioni prestigiose in Italia ed all’estero (Portogallo, Spagna, Andorra, Francia, Svizzera, Austria, Germania, Slovacchia, Slovenia, Polonia, Svezia, Inghilterra, Kazakistan, Uruguay) fra le quali Musica e poesia a San Maurizio (Milano), Feste organistiche di Venezia, Accademia di Pistoia, Colorno, Cattedrale di Cremona, Genova, Festival Internazionale di Trento, Bolzano, Festival Internazionale di Paola, Napoli, Bari, La Chaise Dieu, Lavaur, Cannes, Montpellier, Granada, Festival Internazionale delle Asturie, Barcellona, Andorra, Festival Internazionale di Lisbona, Porto, Isole Azzorre, Città del Vaticano, Londra, Malmö, Leufstabruk, Kazimierz Dolny, Bydgoszcz, Kremnica, Dornum, Uttum, Berlino (Konzerthaus), Hamburg, Neufelden, Alma-Ata, Montevideo.

Ha collaborato anche con prestigiosi complessi come il Coro della Radio della Svizzera Italiana, l’ensemble Vanitas, i Sonatori della Gioiosa Marca con direttori quali R.Clemencic, D.Fasolis, G.Carmignola. Ha registrato per Bottega Discantica, Divox Antiqua e Dynamics; per la casa Fugatto ha invece realizzato, oltre a diversi CD, un DVD intieramente dedicato a musiche per organo di J.S.Bach (segnalato con cinque stelle dalla rivista Musica). Sempre per la medesima etichetta ha intrapreso il progetto dell’incisione degli Opera Omnia organistici di J.S.Bach su strumenti italiani antichi e moderni; recente è invece la registrazione dell’Arte della Fuga sul Mascioni di Giubiasco (Svizzera) per la Radio della Svizzera italiana.

Per Brilliant ha inciso le composizioni organistiche di Tarquinio Merula all’organo Chiappani del 1647 di Mezzana Casati (LO); in preparazione è invece l’incisione delle opere per clavicembalo ed organo di Bernardo Storace. Ha registrato un CD per l’Associazione Serassi con musiche di Frescobaldi sull’organo Antegnati (1580)/Giani (2015) del monastero di San Pietro in Lamosa di Provaglio d’Iseo (BS).

Ha tenuto corsi di perfezionamento in Italia, Spagna, Portogallo, Svizzera, Germania, Svezia e Kazakhstan. Sue interpretazioni sono state trasmesse da RadioTre, da Radio Clásica Barcelona, dal Secondo Canale della Radio della Svizzera italiana e dalla radio canadese CKRL.

È docente d’Organo all’Istituto diocesano “San Cristoforo” di Piacenza e alla Scuola d’Organo di Cremona nonché presidente dell’associazione musicale Accademia Maestro Raro. Direttore artistico dei “Percorsi d’Organo in Provincia di Como” e dell’Autunno Organistico nel Lodigiano, è titolare della cattedra d’Organo e Composizione organistica al Conservatorio di Parma. (www.enricoviccardi.org)

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!