PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Mai grande

Teatro Ragazzi – “Mai grande, un papà sopra le righe”

04/02/18

EVENTO A PAGAMENTO
: Teatro dei Filodrammatici Teatro dei Filodrammatici, Via Santa Franca, Piacenza, PC, Italia - Inizio ore 16.30
  • biglietteria@teatrogiocovita.it
  • Tel. 0523 315578

Attenzione l'evento è già trascorso

La storia di quanto sia difficile capirsi tra genitori e figli e di come, per farlo, sia necessaria affrontare la cosa più bella e complicata del mondo: stare insieme.

Va in scena a Piacenza con la Compagnia Arione de Falco “Mai grande” – Un papà sopra le righe, al Teatro Filodrammatici dal 4 al 6 febbraio per le Stagioni di Teatro Ragazzi 2017/2018 di Teatro Gioco Vita, curate da Simona Rossi e organizzate dal Centro di produzione teatrale diretto da Diego Maj con Fondazione Teatri e Comune di Piacenza, la collaborazione dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

“Mai grande”, scritto e interpretato da Annalisa Arione e Dario de Falco, in collaborazione con Annalisa Cima, è in programma domenica 4 febbraio alle ore 16.30 per la rassegna di teatro famiglie “A teatro con mamma e papà”. Lo spettacolo replicherà per le scuole dell’infanzia e primarie lunedì 5 e martedì 6 febbraio sempre con doppia recita alle ore 9 e alle ore 10.45 nell’ambito di “Salt’in Banco”, XXXVIII Rassegna di Teatro Scuola.

Il lavoro nasce grazie alle improvvisazioni sul tema fatte dai due attori, dai laboratori svolti nelle classi (dalle materne alla quinta primaria tra Lombardia e Piemonte) e cresce coadiuvato dalla preziosa collaborazione di Annalisa Cima (metodo Lecoq) che ha coreografato i movimenti di scena. Le scelte stilistiche – musiche, costumi e atmosfere in particolar modo – si rifanno alla poetica di Jacques Tati. La realizzazione ha preso spunto da grandi storie come “Pinocchio” di Carlo Collodi e “Peter Pan” di J.M. Barrie.

Che cosa serve per essere un genitore perfetto? Alberto, il papà che vedremo in scena, non ha dubbi: per prima cosa ci vuole un bambino. Quindi se ne inventa uno e lo chiama Tobia. Poi servono un sacco di risate, qualche battuta irresistibile, delle idee brillanti come sfrecciare su una moto a tutta birra o fare le immersioni nell’Oceano per scoprire se è proprio lì che vivono i bastoncini di pesce.

Non dimentichiamo le merende succulente e le giornate uniche in cui le ore volano come su un aeroplano. Questo è quello che pensa Alberto. Tobia, invece, vorrebbe una storiella prima di dormire, un giro al parco, una visita al laghetto delle papere, un po’ di pennarelli con cui colorare e dei respiri grandi come il mare. Non cerca un genitore perfetto, ma qualcuno che non smetta mai di provare a fare la cosa giusta anche dopo aver sbagliato, che sappia chiedere scusa, cantare una ninna nanna, rimproverare e poi abbracciare, fino ad addormentarsi dolcemente.

L’idea di raccontare di un rapporto padre-figlio nasce dal fatto che solitamente la figura del papà è bistrattata nelle fiabe. È lui che detta regole e punizioni, oppure che si riposa e lascia la figlia in balia di una matrigna crudele senza difenderla mai. La figura più carica emotivamente è sicuramente quella femminile, per questo il personaggio che incarna la tematica chiave di questo lavoro è invece maschile, perché i tempi sono cambiati e i contesti familiari sono diventati complessi e variegati.

Partire da un papà significa semplicemente percorrere una strada più attuale e, forse, assumere un punto di vista più originale per arrivare comunque al nucleo dello spettacolo: nessun genitore è perfetto, sia esso padre o madre. Anzi, nessuno è perfetto in generale: tutti sbagliano ma la delusione e le difficoltà possono essere affrontate tramite la comprensione.

In “Mai grande, un papà sopra le righe” i bambini fanno esperienza in chiave comica, ironica e divertente dei fallimenti e delle difficoltà dei loro genitori, tifando per loro o provando a mettersi nei loro panni.

PREZZI E INFORMAZIONI

A TEATRO CON MAMMA E PAPÀ

Bambini/ragazzi: fino a 3 anni ingresso gratuito (senza occupazione di posto a sedere); da 3 a 15 anni euro 7 intero, euro 6 ridotto fratelli/sorelle. Giovani/adulti: euro 9 intero, euro 8 ridotto nonni/nonne. Famiglie con due o più bambini residenti nel Comune di Piacenza: a partire dal secondo figlio gratis.

Prevendita presso la biglietteria di Teatro Gioco Vita (Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 – biglietteria@teatrogiocovita.it), orari di apertura dal martedì al venerdì ore 10-16. Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 15.30 (Teatro Filodrammatici, via Santa Franca 33, tel. 0523.315578).

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!