Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
18 ottobre 2017
Serata sul fenomeno delle “Brigate Rosse” al Rotary Piacenza Valli Nure e Trebbia
18 ottobre 2017
Logo Rotary
La serata
La serata

Gruppo Piacentino

(distretto 2050)

 

IL BLOG


SERATA SUL FENOMENO DELLE “BRIGATE ROSSE” AL ROTARY PIACENZA VALLI NURE E TREBBIA

Serata all’insegna della storia recente del nostro paese quella che si è svolta in sede durante l’ultimo incontro conviviale del Rotary Piacenza Valli Nure e Trebbia.

Ospite e relatore è stato infatti il Dott. Amedeo Ferri, Socio rotariano del Rotary club Crema ed autore di una brillante tesi di laurea in Lettere, poi diventata un libro, “la logica delle Brigate Rosse”, che rappresenta il risultato di un’approfondita e preziosa ricerca storico-sociale sul fenomeno delle Brigate rosse che tanto ha segnato gli ultimi decenni di vita italiana ed internazionale.

Il Relatore ha chiarito da subito che il suo libro non sia una nozionistica storia delle Brigate rosse ma un vero e proprio studio logico, meticoloso e scrupoloso degli anni che hanno caratterizzato la prima fase dell’organizzazione, dal 1970 al 1976, tralasciando volutamente il caso del rapimento e omicidio di Aldo Moro e tutte le successive conseguenze ed implicazioni politiche.

Il Sessantotto, ha esordito Ferri,  rappresentò per molti giovani un'occasione per far sentire la propria voce; fu una stagione che portò a galla il desiderio di partecipazione, di giustizia, di libertà insieme alla convinzione di poter trasformare le regole stesse della politica.

Da qui il proliferare di gruppi, circoli e pubblicazioni con le più diverse denominazioni; l'organizzazione che successivamente diverrà le “Brigate Rosse” nacque ufficialmente  in provincia di Reggio Emilia, nell' agosto del 1970, con principali militanti Renato

Curcio, Alberto Franceschini e Margherita Cagol, sulla scia delle esperienze rivoluzionarie degli altri Paesi che influenzarono molto il neonato movimento.

Le BR hanno operato in Italia attraverso una struttura paramilitare, compartimentata e organizzata per colonne e cellule, compiendo atti di guerriglia e omicidi politici con lo scopo ultimo di abbattere lo "Stato Imperialista delle multinazionali".

Sostanzialmente sono tre le fasi storiche che individuano la parabola delle Brigate Rosse: la prima, dal 1970 al 1974, è quella della "propaganda armata"; la seconda, dal 1974 al 1980, è quella del vero e proprio "attacco al cuore dello Stato"; la terza, dal 1981 al 1988, è quella della divisione e della dissoluzione.

A partire dal 1974 l'eversione divenne il momento culminante della protesta, che da politico-sindacale si fece lotta armata aperta contro lo Stato: la necessità del superamento del "sindacalismo armato" e l'esigenza di dare un più ampio respiro strategico  all'organizzazione, segnò il passaggio alla vera e propria guerra armata contro le istituzioni e contro lo Stato, con i ben noti risvolti politici.

Al termine della sua presentazione, il Dott. Ferri ha risposto alle molte domande dei presenti.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: