Chiudi X
PiacenzaSera - Notizie, Cronaca, Sport, Politica di Piacenza
08 novembre 2017
Unes in Cattolica: strategie controcorrente per l'innovazione
08 novembre 2017
Il manager Unes con gli studenti della Cattolica
“È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un’altra prospettiva” 

Con questo insegnamento il Dott. Mario Gasbarrino, Amministrazione delegato di Unes dal 2006, apre la lezione manageriale agli studenti del primo anno di Food Marketing e Strategie Commerciali dell'università Cattolica di Piacenza.

Nel mondo del retail, così come in qualsiasi campo, è necessario avere il coraggio di essere innovatori e di mettere in discussione tutto ciò che si credeva di sapere in precedenza.

Essere innovatori significa avere la capacità di porsi le domande che a prima vista possono sembrare più banali, ovvero bisogna riuscire a chiedersi il perché di un fenomeno e indagare a fondo le cause che lo determinano. Solo in questo modo si è in grado di analizzare il proprio percorso e quello degli altri, per capire dove sarà diretto il futuro e riuscire a cavalcarlo senza ostacoli. 

È proprio nel 2006 che nasce la vera innovazione del mondo Unes, grazie alla guida del Dott. Gasbarrino. La catena U2 nasce alla fine di quell’anno dalla consapevolezza che i consumatori sono cambiati e sono cambiate anche le loro esigenze: gli individui hanno sempre più bisogno di un prodotto a prezzo basso che, allo stesso tempo, riesca a trasmettere un alto valore aggiunto. U2 viene definito come un “terzo luogo” tra supermercati e discount, il cui obiettivo è permettere al cliente di risparmiare senza però rinunciare alla qualità e ai servizi offerti dal punto vendita.

Per ottenere questo risultato, U2 si fa portavoce di una serie di innovazioni e di cambiamenti molto rischiosi, la cui idea alla base era eliminare il superfluo in modo da poter dare risalto all’essenziale: era necessario avere il coraggio di prendere delle decisioni controcorrente e seguire la strada intrapresa in modo determinato senza guardarsi indietro.

La stessa strategia innovativa viene perseguita poi nel 2016: a distanza di 10 anni è necessaria un’ulteriore innovazione, provocata ancora una volta dal cambiamento rapido del consumatore e dall’entrata in scena di nuovi player nel mondo della distribuzione. In questo contesto, la necessità degli individui si trasforma in una richiesta verso i prodotti e verso le marche di gratificazione e rassicurazione.

La risposta di Unes è anche in questo caso simbolo di innovazione: i punti vendita de Il Viaggiator Goloso, nati in risposta a questi cambiamenti, hanno come grande valore aggiunto la capacità di trasmettere forti emozioni e di coinvolgere in maniera esperienziale i clienti, oltre ad offrire una qualità ed un servizio impeccabili. 

La capacità di affrontare il mondo senza condizionamenti, di muoversi con più liberta possibile, di guardarsi intorno e di mettersi sempre in discussione è ciò che caratterizza gli innovatori, ed è un elemento imprescindibile per avere visione verso il futuro e per riuscire a distinguersi nella massa.

Sono proprio questi i requisiti necessari a rispondere al grande interrogativo che caratterizza il mondo del retail di questi anni: quali strategie verranno adottate per vendere i prodotti nei punti vendita fisici, dopo l’avvento dei punti vendita virtuali? Come si potrà differenziare il punto vendita fisico dai canali online, creando un valore aggiunto che esisterà solo fisicamente? A questa domanda ancora non c’è risposta, solo i veri innovatori riusciranno a uscirne vincenti. 

Giulia Maria Montessori
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Inserisci commento: