PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rinnovata la convenzione tra Comune e Auser per le attività di volontariato

Più informazioni su

E’ stato siglato nei giorni scorsi, alla presenza dell’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati e del presidente di Auser Sergio Veneziani, il rinnovo della convenzione tra l’associazione e il Comune di Piacenza, per la gestione delle attività di volontariato socialmente utili – prestate dai cittadini di età compresa tra i 55 e gli 80 anni – all’interno di alcuni comparti di competenza prevalentemente comunale.

“Sono 228, attualmente – spiega l’assessore Sgorbati – le persone coinvolte in questa esperienza, che pur non configurandosi in alcun modo come sostitutive del personale dipendente dell’Amministrazione, rappresentano una preziosa risorsa integrativa e di supporto nel garantire la continuità e il buon funzionamento di servizi fondamentali”.

I volontari non percepiscono retribuzione, ma un rimborso per le spese di trasporto, pasti e utilizzo materiali sostenute durante lo svolgimento dell’attività, sino a un massimo di 230 euro mensili comprensivi di copertura assicurativa. Il costo complessivo di gestione, a carico del Comune, è di 300 mila euro.

Gli ambiti di impiego dei volontari socialmente utili riguardano la vigilanza e la sorveglianza degli edifici scolastici negli orari di ingresso e uscita degli studenti, l’accompagnamento degli alunni per brevi spostamenti, l’assistenza nelle scuole primarie (nonché, in casi di particolare necessità, nelle medie inferiori) prima dell’inizio delle lezioni e oltre il termine delle stesse; l’attività di custodia, portineria e controllo degli accessi negli edifici comunali e scolastici, dove possono essere chiamati anche a svolgere piccoli lavori di manutenzione idraulica o di falegnameria, muratura, verniciatura e intonacatura, così come di pulizia e cura delle aree verdi o affiancamento del personale addetto alle mense, con compiti di base.

Vi è poi l’area della sorveglianza e vigilanza nelle biblioteche, nei musei, nelle gallerie d’arte o in occasione di mostre, per favorire la fruizione del patrimonio culturale cittadino, nonché l’attività di promozione della partecipazione attraverso la distribuzione di volantini e la diffusione di materiale informativo, aggiornamento delle bacheche, apertura e chiusura dei locali comunali.

Più in generale, possono avere un ruolo di collaborazione in occasione di eventi organizzati dall’Amministrazione comunale. Anche sotto il profilo dei servizi sociali, i volontari possono essere coinvolti in attività di sostegno agli anziani in condizioni di disagio o solitudine, nonché a favore della Casa di Iris.

Non manca, infine, l’opportunità di prestare servizio a supporto delle attività del Tribunale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.