Quantcast

Tributo Anmil alle Vittime del lavoro, Mario Venuti chiude il concerto in piazza

Doppio appuntamento per le iniziative Anmil: oltre al Tributo ed all’arrivo del Tour per la Sicurezza sul lavoro, capitanato dal Presidente della Fondazione Bruno Galvani, una delegazione ricorderà i Caduti sul Lavoro e le vittime delle tragedia della Pertite

Più informazioni su

E’ ormai giunto alla quindicesima edizione il Tributo Anmil alle Vittime del lavoro, concerto musicale organizzato dall’Associazione che rappresenta chi sul lavoro (o per il lavoro) ha perso la vita o l’integrità fisica, che ha visto negli anni esibirsi nelle piazze o nei teatri piacentini importanti artisti noti a livello nazionale.

Tra gli altri possiamo ricordare Eugenio Finardi, Mariella Nava, Enrico Ruggeri, I Nomadi, Claudio Lolli, Alberto Fortis, Irene Grandi, Daniele Ronda e Fabio Treves.

Doppio appuntamento per le iniziative Anmil: oltre al Tributo ed all’arrivo del Tour per la Sicurezza sul lavoro, capitanato dal Presidente della Fondazione Bruno Galvani, il giorno 9 una delegazione Anmil, insieme al Presidente Territoriale Giovanni Ferrari e a Bruno Galvani, ricorderà i Caduti sul Lavoro e le vittime delle tragedia della Pertite, depositando una corona alla Lapide di Piazza Cavalli, alle ore 11.00, alla presenza delle Autorità Cittadine. A seguire, Bruno Galvani incontrerà nella Sala Consiliare del Comune di Piacenza il Consiglio Comunale dei ragazzi.
 
“E’ con grande emozione – racconta Giovanni Ferrari, Presidente Territoriale di Anmil Onlus Piacenza – che comunico che quest’anno sarà un anno particolare, non solo per il Tributo alle Vittime del Lavoro, ma per il coraggio che il nostro Bruno Galvani dimostra nel realizzare in prima persona, su un triciclo elettrico, il Giro d’Italia (Tour per la Sicurezza sul Lavoro), visitando i luoghi maggiormente colpiti da infortuni mortali sul lavoro o incidenza di malattie professionali, in particolare derivanti dall’utilizzo dell’amianto.

E’ per questo motivo che il Tributo Anmil, quest’anno, sarà celebrato domenica 8 maggio, data dell’arrivo di Bruno a Piacenza. Il tema della salute e della sicurezza sul lavoro è da sempre una delle mission prioritarie di Anmil, che vede l’Associazione in prima linea in tutte le manifestazioni ed occasioni in cui viene promossa l’importanza della prevenzione degli infortuni sul lavoro.”
 
L’inizio del Tributo alle Vittime del lavoro, è previsto in piazza Cavalli alle ore 17,00 con le esibizioni di numerosi gruppi musicali che da anni sono vicini ad Anmil nella celebrazione della memoria dei troppi caduti sul lavoro: a succedersi sul palco, nella quindicesima edizione, saranno i Blugrana, Edoardo Cerea, Michael Fortunati, Marco “Ray” Mazzoli, Alessandro Zanolini e Simone Fornasari. Da sottolineare, inoltre, la presenza del rapper romano Skuba Libre, artista uscito da Italia’s Got Talent che presenterà il brano “Qualcosa cambierà”, scritto per Anmil e dedicato a tutti coloro che per il lavoro o sul lavoro hanno perso la vita e/o l’integrità fisica.

A chiudere la serata, dalle ore 21,30 ci sarà l’esibizione del cantautore Mario Venuti.

Il tutto, ad ingresso gratuito, avrà la collaborazione del Comune di Piacenza e Piacenza Music Pride, ed il sostegno economico di: Fondazione di Piacenza e Vigevano, Bulla Sport Wear, Confindustria Piacenza, le Organizzazioni Sindacali Cgil e Cisl, Cooperativa San Martino, Cementirossi SpA, Coop Alleanza 3.0, Studio Grafico Joy ed il Pub 82 di via Veneto.

Pur nella riflessione su un tema cosi importante come quello della sicurezza sul lavoro, l’iniziativa Anmil rimane un festa e vi sarà anche una parte gastronomica.

Già dal tardo pomeriggio, grazie alla Pro Loco di Borla di Vernasca ed ai volontari dell’associazione sarà possibile gustare torta fritta, accompagnata da salumi e vini piacentini, frutto del lavoro dei nostri bravi produttori locali, che hanno ritenuto di sostenere Anmil in questa significativa occasione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.