Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

In Cattolica una giornata per “mettersi nei panni” della disabilità

L’iniziativa “Mettiti nei miei panni”, organizzata dai Servizi per l’integrazione degli studenti con disabilità e con Dsa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore giunta all’ottava edizione, continua la propria sfida per sensibilizzare l’intera comunità accademica alle tematiche della disabilità.

Grazie al successo riscontrato nelle precedenti edizioni, anche quest’anno verrà organizzata la Giornata di sensibilizzazione martedì 2 aprile 2019, nella sede di Piacenza. Tutor con disabilità e volontari accompagneranno studenti, docenti e personale tra corridoi, aule e cortili della sede piacentina.

Dalle 9 alle 16, a partire dalla piazzetta della Facoltà di Economia di via Emilia Parmense 84, si terranno attività di role taking non-stop: attività di simulazione con esperienze dirette di limitazione funzionale visiva e motoria negli ambienti universitari. Si potrà, inoltre, partecipare a un laboratorio sensoriale con esperienza diretta di limitazione funzionale uditiva.Le simulazioni durano circa 15 minuti e non c’è bisogno di prenotazione.

Stesso programma a Milano, il giorno 8 maggio 2019 dalle 9 alle 16, con partenza dal Cortile d’Onore della sede milanese.L’iniziativa è stata finanziata, per il 2019, utilizzando il fondo per studenti disabili dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

In questi anni il lavoro del Servizio integrazione – spiega il delegato rettorale Luigi D’Alonzo, docente di Pedagogia speciale alla facoltà di Scienza della formazione – si è declinato cercando di promuovere sempre più, nei vari ambienti universitari, quella cultura dell’inclusione che si erige sulle fondamenta del binomio intenzionalità e competenza.

I numeri sempre più in aumento dei ragazzi con disabilità o con disturbo specifico dell’apprendimento (Dsa) che accedono al nostro servizio testimoniano la bontà del nostro intervento educativo e didattico. “Mettiti nei miei panni” ha lo scopo di favorire questa cultura dell’inclusione sempre più necessaria in un mondo complesso e difficile come il nostro».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.