Il nuovo bistrot sociale in S. Maria della Pace grazie a Rotary Piacenza

Il Rotary Piacenza sostiene l’apertura di un secondo bar-ristorante a cura dell’Asp “Città di Piacenza” gestito dai ragazzi disabili. E’ il progetto presentato nella serata di lunedì 16 settembre in occasione della prima cena conviviale del sodalizio presieduto da Pietro Coppelli all’Albergo Roma.

Il nuovo bistrot – dopo il primo bar Piccoli Mondi già avviato all’interno della casa di riposo Vittorio Emanuele – vedrà la luce nei locali di Santa Maria della Pace in via Scalabrini, accanto allo spazio teatrale gestito dai Manicomics. Alla presentazione hanno partecipato l’assessore ai servizi sociali Federica Sgorbati, l’amministratore unico di Asp Marco Perini e la direttrice Cristiana Bocchi.

Rotary Asp

Il presidente del Rotary Piacenza Coppelli ha voluto sottolineare il valore del progetto: “Abbiamo invitato il sindaco di Piacenza e presidente della Provincia Patrizia Barbieri perchè le nostre iniziative, sia di ambito sociale che culturale, hanno una ricaduta positiva su tutto il territorio piacentino. Dopo un colloquio con il sindaco ci siamo incontrati con l’assessore Federica Sgorbati per iniziare questo progetto comune, l’avvio di un punto di ristoro nel complesso dell’ex chiesa di Santa Maria della Pace attraverso un intervento dalla duplice valenza, di integrazione grazie all’opportunità di lavoro per le persone con disabilità, e di offrire ai piacentini la fruizione di uno spazio a tanti sconosciuto, di grande bellezza e storia”.

Rotary Asp

“Devo ringraziare il Rotary di Piacenza – ha spiegato il primo cittadino Patrizia Barbieri – per l’impegno e l’attenzione costante sul sociale, che consentono di realizzare progetti che magari non avrebbero la possibilità di diventare realtà. Questa attenzione ai disabili è importante per dare risposte concrete al tema del dopo di noi, molto sentito dalle famiglie, migliorando la qualità della vita di queste persone. Viene fornito un grande aiuto ai nuclei famigliari, offrendo una possibilità di autonomia ai propri figli. Un’esigenza che cerchiamo di tradurre nelle nostre programmazioni ma che necessita anche del sostegno e dell’iniziativa di altri soggetti”.

L’obiettivo è di far partire il nuovo spazio di ristorazione – è stato precisato – entro la fine dell’anno e di aprirlo in occasione degli eventi teatrali, ma non è escluso si possa ampliare l’orario di esercizio anche nel week end. Il contributo del Rotary di Piacenza si tradurrà in un investimento sugli arredi e gli allestimenti del nuovo locale che verrà ospitato nell’ex convento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.