“Non è il momento per le feste di paese, le Proloco si dedichino ad altre forme di volontariato”

“Non è il momento di promuovere feste di paese. Ristoranti e bar hanno riaperto adesso, dopo 3 mesi di chiusura, con incassi ridicoli. Ma il problema non è solo di natura economica, ma è anche sanitario”.

Non usa mezzi termini Cristian Lertora, presidente provinciale Fipe, nel commentare la prospettata ripartenza di alcune sagre locali. Piacenza dopo mesi di tristezza e sofferenza ha voglia di normalità, ma l’entusiasmo non deve tramutarsi in incoscienza, afferma Lertora. “Abbiamo posto il tema, tempo fa, con la presidente della Provincia, Patrizia Barbieri, e si era concordato che fosse opportuno sospendere le feste di paese, ma è ovvio che non è possibile presidiare tutti i Comuni del territorio”. A far discutere la pubblicazione, sulla pagina Facebook della Proloco di Sarmato, l’intenzione dei volontari di promuovere una versione ridotta della tradizionale festa del salame, con panini da asporto e consegna a domicilio nei Comuni limitrofi. Un annuncio già rientrato, chiarisce con fermezza il sindaco Claudia Ferrari. “La consegna a domicilio fuori Sarmato non si farà. E’ stato subito spiegato ai volontari che non è una proposta praticabile – spiega -. Sarà invece allestito un piccolo stand con soli 4 volontari in paese, con la possibilità di andare ad acquistare un panino sul posto, ovviamente con un percorso dedicato in grado di garantire il distanziamento sociale”.

“Ho già parlato con il sindaco Ferrari, che è stata gentilissima nello spiegarmi la situazione. Ma il problema resta, anche perché dopo aver visto il post della Proloco di Sarmato, altre associazioni vogliono ripartire – conclude Lertora -, si tratta non solo di uno sgarbo alla nostra categoria, messa economicamente in ginocchio dall’epidemia, ma pone davvero un problema sanitario. Per poter lavorare noi siamo obbligati a rispettare tutta una serie di procedure di sicurezza, con l’igienizzazione dei nostri mezzi e attrezzature. La stessa attenzione sarà garantita anche dalle Proloco? Spesso si parla del valore di volontariato di queste associazioni, bene, possono mettersi a disposizione in altri settori, perché se c’è l’intenzione da parte loro di ripartire, questa volta siamo pronti a dare battaglia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.