Quantcast

Grande successo di pubblico per il Gutturnio Festival  foto

Grande affluenza di visitatori malgrado il maltempo di ieri per la sesta edizione del Gutturnio Festival, momento di degustazione, approfondimento ed incontro con appassionati, curiosi e turisti attirati dal territorio piacentino e dal connubio fra enologia, gastronomia e cultura.

Più informazioni su

Grande affluenza di visitatori malgrado il maltempo di ieri per la sesta edizione del Gutturnio Festival, momento di degustazione, approfondimento ed incontro con appassionati, curiosi e turisti attirati dal territorio piacentino e dal connubio fra enologia, gastronomia e cultura.

Nel week-end un folto pubblico, composto soprattutto da moltissimi giovani, ha riempito il suggestivo cortile quattrocentesco del Palazzo Comunale per degustare il Gutturnio Frizzante e gli altri vini dei Colli Piacentini presentati da 36 Cantine e Produttori. La manifestazione si è svolta tra degustazioni libere e guidate, assaggi ed abbinamenti enogastronomici.

 
Ciascun visitatore, partendo dall’incontro diretto con i Produttori e dai suggerimenti e i consigli dei Sommelier ha costruito il proprio percorso di degustazione libera, scoprendo le caratteristiche, la piacevolezza e la versatilità del Gutturnio e dei Vini Piacentini accompagnati da alcuni prodotti piacentini tipici, famosi in tutto il mondo: i tre salumi Dop – coppa, pancetta e salame – e alcuni formaggi locali, fra cui il Grana Padano prodotto localmente.

Molto interesse anche per le degustazioni guidate dedicate al tema “Gutturnio e dintorni – il Gutturnio Frizzante: percorsi enogastronomici e abbinamenti con i prodotti tipici piacentini”: tutti i posti disponibili sono andati rapidamente esauriti, a dimostrazione che il Gutturnio incuriosisce sempre di più.

 

Il fil rouge che ha caratterizzato questa edizione della manifestazione – legando la presentazione in anteprima del GUT Festival al Vinodromo di Milano il 31 maggioe il Festival vero e proprio a Carpaneto – è stata la massiccia presenza di 20-30enni, che hanno degustato soprattutto Gutturnio Frizzante e dimostrato di apprezzare l’aperitivo secondo la tradizione italiana, con un buon calice di rosso, prelibati prodotti tipici piacentini e con i manicaretti preparati dagli allievi della Scuola Alberghiera di Piacenza.

 

Quest’anno i due Happy Hour, accompagnati da musica dal vivo e dal jazz del Quartetto "Giorgio Sclavo", eil divertente spettacolo di cabaret del comico di Zelig Daniele Raco hanno visto una folta presenza anche di visitatori meno giovani.

 

Grande successo ha riscontrato poi il gemellaggio con la regione tedesca del Pfalz e l’inedita presenza dei produttori di Winechanges: 13 Cantine del comune di Deidesheim nel Palatinato, una della zone storicamente più vocate alla produzione di vini di grande eleganza e finezza da uve Riesling, presenti con i loro vini bianchi, dal classico ed elegante Riesling ai più internazionali Chardonnay e Pinot bianco e grigio, passando per varietà più locali come il Kerner e il Muskateller.

 

“Il GUT Festival ha dimostrato di essere ancora una volta un evento che attrae appassionati, visitatori e curiosi anche al di fuori dei consueti confini – ha commentato Fabio Bernizzoni, promotore dell’iniziativa nel duplice ruolo di Assessore all’Agricoltura e al Turismo di Carpaneto Piacentino e Presidente dell’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini –. E se l’anteprima milanese ha voluto rinsaldare il nostro legame con i Milanesi e Milano e ribadire che il capoluogo lombardo resta un bacino d’utenza importante per i nostri Produttori, il gemellaggio con i Produttori di Winechanges sottolinea il desiderio di far crescere il Gutturnio Festival oltre il Piacentino e i territori abituali, dando visibilità ai nostri vini in contesti interessanti e inusuali. Con una rappresentanza del GUT Festival saremo quindi presenti quest’estate alla Festa del Vino di Deidesheim”.

 

Molto frequentati anche lo Spazio Enoteca, dove i visitatori hanno acquistato i migliori vini delle Cantine presenti al GUT Festival, e la Libreria dedicata al Gutturnio. I visitatori hanno poi potuto approfondire la conoscenza e le eccellenze del territorio piacentino grazie alla presenza dell’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini, della Strada del Po e dei Sapori della bassa Piacentina e di Uppennino Piacentino.

 

L’inaugurazione ufficiale, che si è svolta domenica mattina, è stata caratterizzata da una vasta presenza di Autorità locali e di rappresentanti del mondo produttivo e delle Forze Armate: dall’Assessore Provinciale all’Agricoltura Filippo Pozzi al Presidente della C.C.I.A.A di Piacenza, Giuseppe Parenti, dal Direttore dell’Associazione degli Industriali di Piacenza, Cesare Betti, a quello del Consorzio Vini Doc dei Colli Piacentini, Enrico Ceruti, dal Sindaco di Carpaneto, Gianni Zanrei, a molti Assessori e Consiglieri dell’Amministrazione Comunale – oltre all’Ass. Fabio Bernizzoni –  ai Sindaci di Castelvetro, Monticelli, Cortemaggiore, Alseno e Podenzano.

 

Durante l’inaugurazione la Commissione di Degustazione – formata da Giancarlo Grassi, sommelier dell’Osteria del Teatro di Piacenza, Massimo Volpari, enotecario e selezionatore dei vini per la guida Slowfood, Daniele Repetti, chef del ristorante “Il Nido del Picchio” di Carpaneto, Roberto Gazzola, patron del ristorante "la Palta" di Bilegno, Vittorio Barbieri, co-selezionatore dei vini per la guida Slowfood, Elena Simonetti, Sommelier Fisar e Massimo Marruchi Sommelier AIS – ha assegnato l’ambita “Menzione alla Qualità” per il Gutturnio Frizzante 2010 a cinque Cantine che si sono distinte per la qualità del prodotto e che potranno ora apporre l’apposito “Bollino di Qualità” alle selezioni di Gutturnio Frizzante vincitrici:

 

·         Azienda Agricola Genesi Dionisio

 

·         Azienda Agricola Il Poggiarello selezione Perini&Perini

 

·         Tenuta Pernice selezione Poggi Azzali

 

·         Azienda Agricola Torre Fornello

 
·         Azienda Agricola Vitali Mario e Luigi.

Le cinque Aziende sono state premiate con i Vinarelli realizzati dall’artista Maurizia Gentili, che vive e lavora a Carpaneto Piacentino, ma che espone le proprie opere in giro per il mondo: dalla Gran Bretagna all’Irlanda, dall’America del Nord fino al Giappone, restando però sempre legata alla sua terra di cui sa cogliere le poetiche atmosfere. Premiata con un apposito Vinarello anche Winechanges.

 

Gli attestati, realizzati a mano, sono stati creati con una tecnica che utilizza pigmenti del vino, tannini e antociani che, penetrando nella carta e ossidandosi, dopo l’evaporazione della parte alcoolica e acquosa danno la tinta.

 

Consueto successo anche per la Tavola Piacentina: i ristoranti di Carpaneto e dintorni che hanno aderito alla manifestazione e quelli dell’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini sono stati affollati da avventori curiosi di sperimentare i sapori e i profumi locali attraverso i menù tipici della Valli Piacentine in abbinamento al Gutturnio Frizzante.

 

Il Gutturnio Festival è stato organizzato dal Comune di Carpaneto edall’Associazione Gut (nata proprio per promuovere il Gutturnio Festival), in collaborazione con il Consorzio Vini DOC Colli Piacentini, l’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini e l’Assovipp (Associazione Viticultori di Piacenza e Parma).

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.