Quantcast

Nasce Spazio 2 la “cittadella dell’imprenditoria giovanile”

Nasce la "Cittadella del lavoro e della creatività giovanile", nella sede dell’ex circoscrizione 2

Più informazioni su

Parte il progetto della nuova cittadella dei giovani e della creatività che verrà ospitata presso la sede della ex Circoscrizione 2. Un luogo in cui i giovani piacentini abbiano la possibilità di aggregarsi e progettare il loro futuro.

“La nuova cittadella dell’imprenditoria giovanile si pone l’obiettivo di creare piccole forme di imprenditoria, noi ci auguriamo tanti ragazzi, trai 18 ai 35 anni, si dimostrino interessati a questa importante iniziativa”, sono le parole dell’assessore alle politiche giovanili Paola Beltrani: “La sede della ex circoscrizione 2, che già in parte era indirizzata ai giovani, ora diventa totalmente indirizzata a quel fine”.

“Uno spazio sotto occupato a cui vogliamo ridare vita, che vogliamo lasciare utilizzare ad esempio a chi partecipa al bando Gaer –ha proseguito l’assessore Beltrani – Si chiamerà Spazio 2 e andrà a sommarsi a Spazio 4 e Giardini Sonori, come luogo di aggregazione per i giovani, ma con l’obiettivo di essere votato all’imprenditoria”.

E’ previsto che per Spazio 2, quella che era la sede della circoscrizione 2, venga emesso un bando pubblico per la concessione amministrativa e gestione dello stabile, nel periodo giugno. Questo porterà, se verranno rispettati i tempi, all’apertura vera e propria fra dicembre e gennaio prossimi. E’ stato precisato come il progetto è collegato ai vari bandi indirizzati ai giovani che sono al momenti attivi e vuole sfruttare il credito agevolato per l’avvio di nuove imprese.

Marina Famà, dirigente comunale: “Oggi i bandi si indirizzano precipuamente a dare vita a delle realtà giovanili, che non si concludano con un progetto, ma che si protraggono nel tempo. A Spazio 2 sarà un posto dove dare vita anche a spettacoli teatrali e kermesse culturali, su questo ambito aspettiamo almeno 10 progetti. Quella di creare un luogo, non solo di intrattenimento, ma dove i giovani possano, insieme, progettare il loro futuro, è un vuoto che il comune vuole colmare”.

“Questa sarà un opera-segno, uno scatto avanti e un atto di responsabilità che sarà sotto gli occhi di tutti i cittadini – ha aggiunto il dirigente Giuseppe Magistrali – Vuole essere il cuore pulsante di un progetto civico ancora più grande, un laboratorio di idee e di lavoro per i giovani di Piacenza. Ci poniamo l’obiettivo di dare vita a 10 start-up di impresa. Alla regione presenteremo una richiesta di un finanziamento in modo che per il comune sarà a costo zero”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.