Quantcast

Lpr, Manià: “Entusiasta per la chiamata di Piacenza”

Emozionato il “nuovo” libero della LPR, che nel 2006/2007 a Piacenza contribuì al raggiungimento della Final Four di Coppa CEV, della finale del Campionato italiano e del lasciapassare alla Champions League

Più informazioni su

“Dò il benvenuto a chi è tornato a giocare a Piacenza, a chi è già conosciuto nell’ambiente pallavolistico ma è passato allo staff tecnico e chi è meno noto ma il cui operato è di grande importanza”. E’ questo il saluto di apertura del Presidente Molinaroli in occasione della presentazione ufficiale del libero Loris Manià, del preparatore atletico Leondino Giombini e dello scout Roberto Di Maio.

Lpr volley, buon test contro Brescia (3-0)

La presentazione dei tre biancorossi è avvenuta giovedì mattina presso la sede piacentina di Ranstad Italia; Molinaroli, prima di lasciare la parola al padrone di casa Andrea Scaravaggi dell’Area Manager di Ranstad, ha dichiarato fermamente: “Questo anno sono sicuro che vedremo e vivremo gare belle e interessanti, un piccolo assaggio di quello a cui potremo assistere lo abbiamo visto ieri sera nella prima amichevole con Brescia”.

E’ stato poi il turno di Andrea Scaravaggi di Ranstad: “Sono felice di avervi qui e poter annunciare il rinnovo, per il terzo anno consecutivo, della partnership con la LPR Volley. Anche in questa stagione saremo presenti sulla maglia da gioco della LPR e, come novità, anche sulle panchine. Rinnoviamo questa unione con la LPR perché Ranstad condivide con il volley i punti chiave della lavoro di squadra, del rispetto per l’avversario e dell’osservanza delle regole”.

Ranstad Holding è una multinazionale olandese attiva dal 1960 nella ricerca, selezione, formazione di risorse umane e somministrazione del lavoro. Presente in 39 Paesi con 4.400 filiali e 28.720 dipendenti è la seconda agenzia di servizi HR al mondo. Il rapporto di sponsorizzazione tra LPR e Ranstad è nata nella stagione 2013/2014 e nel corso degli anni sono state numerose le iniziative della multinazionale svolte al PalaBanca; una di queste, il pannello di offerte di lavoro presente nel foyer 1, sarà attivo anche per questa stagione permettendo ai tifosi biancorossi di essere continuamente aggiornati sulle nuove opportunità di impiego.

Campo libero poi ai veri protagonisti della stagione 2015/2016. Loris Manià, “nuovo” libero della LPR, che nel 2006/2007 a Piacenza contribuì al raggiungimento della Final Four di Coppa CEV, della finale del Campionato italiano e del lasciapassare alla Champions League, sul suo rientro in biancorosso afferma emozionato: “Nove anni fa ho iniziato qui la mia carriera di libero, dopodiché sono stato un po’ in giro per l’Italia, tra Montichiari, Modena e Latina. Questa estate quando ho ricevuto la chiamata di Piacenza ero alle stelle. Sono ottimista e felice di far di nuovo parte di questo team. La Società ha costruito in poco tempo un bel gruppo, ieri abbiamo disputato una buona amichevole; tra di noi dobbiamo ancora conoscerci a fondo ma credo che quella ai blocchi di partenza sarà una buona stagione. Nella mia prima esperienza biancorossa ero il secondo di Sergio, a cui devo davvero tantissimo. Da lui ho imparato tanto. Poi, durante i play off, si fece male al ginocchio. Era la mia occasione e l’ho sfruttata. Da lì è cominciato tutto. In questi anni ho imparato da ogni singolo allenatore e anche dai compagni di squadra”.

Leondino Giombini, ex pallavolista con una lunga carriera iniziata a Falconara e chiusa a Macerata nel 2014, è entusiasta di questo suo nuovo ruolo all’interno del mondo del volley: “Ho smesso di essere un atleta due anni fa con Giuliani ed è sempre coach Giuliani ad avermi chiesto di tenermi pronto a una sua chiamata nel caso avesse trovato una squadra da allenare. Con Giuliani avevamo già avuto una collaborazione lo scorso anno, quando mi ha contattato per offrirmi questa chance non ho esitato un secondo; la preparazione fisica è sempre stata la mia passione ed ho scelto di intraprendere questa strada”.

E’ stato poi il turno di Roberto Di Maio: “Ho iniziato la mia carriera alla Maddalena come secondo allenatore, ruolo che ho mantenuto anche a Gela, in A2. Mi sono appassionato al ruolo dello scout a Monza, dove ho vissuto nelle ultime 4 stagioni. Sono molto contento di essere qui a Piacenza e ringrazio Alberto Giuliani per avermi voluto nel suo team”. (Foto lprvolley.it)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.